Cambiavento

Per non dimenticare Chernobyl

Pubblicata il 23 aprile 2016

Vai alla sezione Memoria »

Per non dimenticare Chernobyl
Era il 26 aprile del 1986 quando, alle ore 1.23 circa il reattore n. 4 della centrale nucleare V.I. Lenin di Chernobyl esplose. Il più grave incidente nucleare nel cuore dell'Europa avvenne in quella che ora è l'Ucrania, allora parte della Urss.
Fu necessario evacuare 336.000 persone a seguito della nuvola di materiale radioattivo che fuoriuscì dal reattore, scoperchiato dalla forza dell'esplosione.
Nubi radioattive raggiunsero l'Europa orientale, la Finlandia e la Scandinavia, toccando anche l'Italia, la Francia, la Germania, la Svizzera, l'Austria e i Balcani, fino a porzioni della costa orientale del Nord America.

A trent'anni dal disastro che ha segnato anche la nostra politica energetica, con l'abbandono dell'Italia dello sviluppo del programma nucleare a seguito del referendum dell'anno dopo, la Regione Emilia Romagna promuove martedì 26 aprile un seminario nella sala Guido Fanti in viale Aldo Moro a Bologna, sede dell'Assemblea legislativa.

Aprirà i lavori la vice presidente della Regione, Elisabetta Gualmini. Alle 10.30 è attesa la proiezione di un'anticipazione del cortometraggio del regista Mauro Bartoli autore del cortometraggio “Nascono i fiori”.

L'iniziativa toccherà anche i temi dell'accoglienza dei bambini di Chernobyl attraverso le testimonianze attive delle associazioni che, da allora, ne promuovono i soggiorni presso le famiglie italiane.

(c.g.)

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl