Cambiavento

La quinta volta di Argillà

Pubblicata il 31 agosto 2016

Vai alla sezione Cronaca »

La quinta volta di Argillà

Faenza. E' indubbio il grande successo dell'esperienza di Argillà e mentre sta per partire la quinta edizione (dal 2 al 4 settembre 2016) ci è parso opportuno fare un passo indietro.
Nr parliamo con il vicesindaco di Faenza Massimo Isola.

Cominciamo dall'inizio. Come è nata Argillà, perché, e chi la sostiene.

“Argillà è nata in Francia, a Aubagne, nel sud della Francia, per valorizzare l'artigianato artistico francese. Poi la mostra mercato si è aperta al resto d'Europa e Mondo. Nel 2008 all'interno di collaborazioni tra Faenza, le associazioni italiane e francesi delle città delle ceramiche e Aubagne, venne l'idea di proporre un progetto simile a Faenza. Giuseppe Olmeti e Stefano Collina costruirono così la prima edizione, come una sfida, poi vinta in modo netto e chiaro. Oggi siamo alla quinta edizione faentina. Dal 2008 si alterna una edizione francese e una italiana. Argillà è promossa dal Comune di Faenza ed è sostenuta dalla Regione Emilia Romagna e da tanti sponsor, tra i quali cassa di risparmio di cesena/Banca di Romagna, Gruppo Erbacci, Colorobbia, Loriana, Cantina colli romagnoli nonchè CNA e Confesercenti, Ascom e confartigianato e Camera di Commercio. In poche parole il tessuto economico e istituzionale locale, ma il respiro è internazionale.”


Le novità di quest'anno.

“Da questa edizione Argillà è più festival e più internazionale. E' stata una scelta chiara. Che ruolo vuole avere Faenza nel sistema ceramico mondiale? Quello di punto di riferimento non in un singolo settore ( artigianato, arte, educazione, piastrelle...) ma come luogo dove la ceramica parla il plurale. E' l'idea ballardiniana di Faenza dove artigianto, ricerca, arte, museo, biblioteca, educazione convivono, intrecciandosi. Argillà proietta questa idea in una mostra mercato divenuta festival. Quest'anno abbiamo venti delegazioni di amministratori da tutto il mondo, quelli che fanno le politiche ceramiche e culturali, con i quali ci confronteremo ancora una volta, ma ci sono anche 250 espositori, olter 70 mostre, convegni, dibattiti, performance, workshop...Siamo sempre più festival e queste giornate sono il luogo di incontro tra le culture ceramiche del mondo più profonde oggi nel panorama generale. L'Europa e l'Oriente qui vengono a contatto in modo deciso.
In questa edizione poi ci sarà un ospite d'onore, la Francia. Ospiteremo due grandi mostre e tante conferenze sulla ceramica francese, poi firmeremo un protocollo di azione e lavoro quindicennale con il comune di Aubagne.”

Il ruolo della Fondazione Mic in questa fase.

“Per attuare al meglio questo progetto era necessario rafforzare il laboratorio organizzativo. Per questo la Fondazione MIC da quest'anno gestisce l'organizzazione in stretto contatto con il Comune. Stiamo trasformando questa Fondazione da ente di gestione del museo a luogo do gestione e progettazione di progetti ceramici e culturali vari e diffusi. Siamo sulla buona strada, e la trasformazione sta procedendo. Il museo invece sarà il luogo chiave anche di questa edizione. Oltre alla mostra permanente, la più internazionale possibile, abbiamo mostre temporanee di grande forza, una sulla ceramica europea dal 1600 a oggi, un progetto finanziato dalla Unione europea, realizzato con altre 11 nazioni, poi una mostra sulla ceramica della Corea del Sud del novecento e una mostra sulla scultura in ceramica contemporanea, con 15 artisti internazionali. Poi al MIC ci saranno una decina di incontri e presentazioni libri, con curatori e direttori di musei ( anche il direttore del museo Picasso di Vallorius terrà una lezione).”

 

(m.z.)

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Allegati alla pagina
il programma
Dimensione file: 107 kB [Nuova finestra]
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl