Cambiavento

I 5 stelle chiedono i tagli per l'ospedale di Lugo e Faenza

Pubblicata il 28 ottobre 2016

Vai alla sezione Lettere e Commenti »

Spett. redazione,
chiediamo che il Movimento 5 stelle di Faenza prenda subito le distanze dai colleghi del Movimento Civico CambieRÀ. Quanto dichiarato durante il Consiglio comunale di Ravenna, rischia di essere dannoso e controproducente per il mantenimento dei Punti nascita di Lugo e a Faenza. Nella seduta del Consiglio Comunale congiunto con i comuni di Ravenna, Cervia e Russi, per la presentazione delle Linee di Indirizzo per la Riorganizzazione Ospedaliera dell'Azienda USL Romagna, il Movimento Civico ispirato al M5S "CambieRÀ", ha assunto una posizione piuttosto critica e dura sulla scelta della Regione e dell'azienda sanitaria unica della Romagna di mantenere aperti i punti nascita di Faenza e Lugo.

Secondo quanto riportato dagli organi di stampa, gli esponenti del movimento ravennate avrebbero chiesto al direttore Tonini per quali motivi, se la legge prevede la soppressione dei Punti nascita al di sotto dei 1000 parti/annui, Lugo e Faenza non siano ancora stati soppressi; definendo totalmente  incoerente la scelta dell'azienda unica di tenere aperti i due presidi faentini e lughesi, vista e considerata l'attuale politica di razionlizzazione e contenimento dei costi.

Siamo rimasti molto perplesso per questa posizione espressa dal movimento CambieRA'. In questa fase di riorganizzazione della sanità, le forze politiche del territorio romagnolo dovrebbero quantomeno essere coerenti con se stesse. Credo sia il minimo sindacale per chi vuole essere serio nei confronti dei cittadini. Ricordo bene infatti le esternazioni degli esponenti del M5S faentino sul tema punto nascita ancora presenti ad esempio sui social network "Noi ci saremo e non mancheremo di farci sentire, si tratta di difendere il nostro Ospedale, di fare comunità, di alzare la voce! Oppure l'uso di cartelli in consiglio comunale con scritto "NATO A FAENZA".

Immaginiamo e speriamo, a questo punto, una ferma presa di distanza del M5S faentino dai propri referenti ravennati. Sarebbe una buona occasione per dimostrare che agli slogan segue un impegno e un'azione politica coerente. Diversamente sapremo che pur di racimolare un pò di consenso immediato si è disposti ad affermare ciò che fa più comodo a seconda degli interlocutori del momento. Un modo di fare politica che rigettiamo nel modo più assoluto.

(Niccolò Bosi Capogruppo PD Faenza)

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl