Cambiavento

A proposito dei Prati di Caprara: il punto di vista di Fondazione Golinelli

Pubblicata il 3 marzo 2017

Vai alla sezione Lettere e Commenti »

Spett. redazione,
Fondazione Golinelli rileva con soddisfazione l'orientamento che sta assumendo il dibattito urbanistico intorno agli assetti e agli sviluppi futuri di Bologna. La scelta di spostarsi con Opificio Golinelli sul quadrante che apre verso Modena, in un momento nel quale tutto sembrava concentrarsi intorno all'Area Staveco, si rivela oggi ancor più lungimirante e densa di implicazioni. La costruzione di una città della conoscenza e dell'innovazione in questo comparto territoriale comincia a trovare oggi nuovi interlocutori e nuova linfa. L'area ha bisogno, dunque, di essere ripensata anche nei suoi assetti infrastrutturali e residenziali. Il punto di partenza di questa riflessione non può in ogni caso ignorare la caratterizzazione già impressa a questa zona nella quale la Fondazione Golinelli ha piantato la prima, significativa, bandiera, e su cui, come abbiamo già reso noto, essa è ancora in espansione. Accogliamo con interesse lo sviluppo ipotizzato anche sul versante dei Prati di Caprara: la Fondazione Golinelli è ben disponibile a ragionare e interloquire con chiunque mostri di avere idee e volontà di costruire il volto del futuro di questa città e di questo territorio.

 (Marino Golinelli, Fondatore e Presidente onorario Fondazione Golinelli)

 (Andrea Zanotti, Presidente Fondazione Golinelli)

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl