Cambiavento

All'Università imolese le novità sono il Job Day e iniziative per il turismo sostenibile

Pubblicata il 14 marzo 2017

Vai alla sezione Scuola e Formazione »

All
Imola. Oltre all'ormai tradizionale e importante Open Day dell'Università in chiave imolese, fortemente voluta e supportata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Imola il cui presidente Fabio Bacchilega ha annunciato nuove infrastrutture e dotazioni, che si terrà il 28 marzo dalle 9 alle 13 a palazzo Vespignani con gli studenti delle quarte e quinte degli istituti superiori imolesi eventualmente accompagnati dalle loro famiglie, quest'anno c'è una grossa novità per Imola.

Si tratta della prima edizione del Job Day, si svolgerà il 5 aprile sempre nella stessa sede in via Garibaldi dalle 9.30 alle 13, che si annuncia assai interessante perché farà incontrare aziende e altre realtà del mondo del lavoro imolesi e non solo, che spiegheranno di quali profili professionali hanno bisogno con studenti, laureandi e laureati per creare un contatto fondamentale.

La professoressa Patrizia Tassinari, responsabile accademica del polo imolese, ha ricordato che “in occasione dell'Anno internazionale del turismo sostenibile, dal 19 al 28 maggio si terrà un festival e  anche la nostra sede ha raccolto l'invito di Unibo a proporre iniziative nella promozione del territorio e nella valorizzazione delle risorse locali. In tale ottica, si inserisce la manifestazione del Touring Club Emilia-Romagna-sezione di Imola che ha deciso di istituire due premi, cultura&ambiente e cultura&turismo, che saranno presentati in anteprima il 20 maggio alle 17.30 oltre ad altri appuntamenti. Inoltre, per ora è ancora una proposta del dipartimento di Architettura, ma a nostro modo di vedere la sede imolese è adatta e ospiterebbe volentieri il Master in 'Rigenerazione sostenibile'. Fra i Master post-laurea storici, sottolineo quello in 'Analisi chimiche e chimico-tossicologiche forensi' che partirà a luglio e il corso di formazione permanente su “Le sostanze dopanti nello sport” (di grande attualità, ndr) le cui iscrizioni devono avvenire entro la fine di aprile con la fondata speranza di avere il numero necessario di partecipanti”.

Successivamente, il direttore generale dell'Ausl Andrea Rossi ha ribadito “come siano tanti i corsi di laurea in convenzione con la nostra azienda sanitaria e alcuni in rapporto stretto con l'ospedale di Montecatone. La collaborazione fra Ausl e Università favorisce la circolazione di conoscenze e le competenze”.

L'assessore alla Scuola Giuseppina Brienza ha sottolineato: “Con quasi un migliaio di studenti, Imola grazie alla Fondazione può cominciare a definirsi una 'città universitaria'”.

E il portavoce dei dirigenti scolastici Lamberto Montanari ha tenuto a precisare “quanto ci sia bisogno di aprire gli occhi sugli aspetti orientativi che la tanto vituperata (non da lui, ndr) legge 107 sulla Buona Scuola ha introdotto come l'alternanza scuola-lavoro. La didattica deve valorizzare sempre di più il 'saper fare' e aprirsi a momenti laboratoriali. La collaborazione con l'Università è una ricchezza importante”.

Infine, ricordiamo i sette corsi di laurea presenti a Imola: Scienze farmaceutiche applicate, Fisioterapia, Infermieristica, Tecniche della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro, Educazione professionale, Scienze delle professioni sanitarie della prevenzione e Verde ornamentale e tutela del paesaggio oltre a Master qualificati. Per maggiori informazioni: 0512087101.

(Massimo Mongardi)

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl