Cambiavento

Ancora una sentenza per Black Monkey

Pubblicata il 17 marzo 2017

Vai alla sezione Cronaca »

E’ stato condannato a un anno e quattro mesi il brigadiere della Guardia di Finanza Giuseppe Lo Monaco per rivelazione di segreti d’ufficio, ma assolto dall’accusa di concorso esterno in associazione ‘ndranghetistica. La sua posizione era stata stralciata dal rito ordinario del processo Black Monkey e processato in abbreviato dal Gup Gianluca Petragnani Gelosi.

 

Per il finanziere di Massa Lombarda, in servizio alla tenenza di Lugo, il Pubblico Ministero Francesco Caleca aveva chiesto una pena di nove anni: secondo l’accusa, infatti, si sarebbe messo a disposizione del clan ‘ndranghetistico guidato da Nicola ‘Rocco’ Femia, con una continua disponibilità a rivelare ai vertici del sodalizio notizie destinate a rimanere segrete e che Lo Monaco conosceva per ragioni di servizio. Si sarebbe trattato, peraltro, di informazioni utili per il sodalizio criminale, come l’avvio di controlli fiscali verso società riconducibili a Femia ma intestate a terzi, da parte tra l’altro di un finanziere che prestava servizio in un ufficio che ha competenza territoriale anche sui luoghi di insediamento dell'associazione.
I vertici dell’associazione avrebbero così potuto avvalersi, grazie al finanziere, di una fonte interna alla forza di polizia cui è primariamente demandato il compito istituzionale di indagare sulle infiltrazioni di organizzazioni criminali in un settore economico, quello del gioco d’azzardo, di basilare rilievo per l'elevato volume di flussi finanziari interessati.

Tra Lo Monaco e Femia avrebbe fatto da intermediario Ettore Negrini, condannato il 22 febbraio nella sentenza di primo grado del processo a 7 anni per associazione mafiosa e intestazione fittizia di beni.

 

(s.n.)

 

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl