Cambiavento

Basket fra Andrea Costa e Forlì, si pensa a come tutelare l'ordine pubblico

Pubblicata il 3 aprile 2017

Vai alla sezione Sport »

Basket fra Andrea Costa e Forlì, si pensa a come tutelare l
Imola. In vista della partita di basket al PalaRuggi fra Andrea Costa e Unieuro Forlì di Legadue, probabilmente decisiva per la salvezza dell'una e dell'altra squadra, si sta pensando a misure di sicurezza straordinarie tanto che lunedì 3 aprile il dirigente e altri agenti del commissariato hanno fatto un sopralluogo sul campo da gioco e sulle tribune. E' infatti a tutti nota la forte rivalità fra le due tifoserie romagnole che comportò alcune scaramucce nella partita di andata.

Ma non basta. I vertici del commissariato vogliono assolutamente evitare ciò che avvenne durante e soprattutto dopo la partita fra Andrea Costa e l'Alma Triente quando sette tifosi dell'Andrea Costa furono  denunciati dalla polizia per per minaccia, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, oltre che di lancio di materiale pericoloso e possesso di oggetti pirotecnici. In pratica durante durante l'intervallo della partita, i tifosi biancorossi avrebbero cercato più volte di raggiungere i rivali ospiti, arrivando a contatto anche con la Polizia, con atteggiamenti ritenuti dalle forze dell'ordine provocatori e oltraggiosi nei confronti degli agenti.

Pare che i tifosi di Trieste, ai quali si era aggregata come già avvenuto in passato una frangia di supporter forlivesi per un gemellaggio radicato nel tempo, uscirono infatti scortati dalle forze dell'ordine dal Ruggi solo alle 23.45. Ora si sta ragionando se impedire o meno agli ultras di Forlì di venire a Imola. Domani, sull'argomento, si terrà una conferenza stampa con l'amministratore unico dell'Andrea Costa Gian Piero Domenicali.

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl