Cambiavento

Cura dei capelli: come risolvere il problema forfora

Pubblicata il 13 aprile 2017

Vai alla sezione Wellness »

Cura dei capelli: come risolvere il problema forfora
La forfora rappresenta probabilmente il disturbo cutaneo più diffuso in Italia e nel mondo: si tratta, nello specifico, di una patologia che affligge il cuoio capelluto e che causa la crescita di un certo quantitativo di scaglie biancastre sulla cute della testa. Quando poi le suddette scaglie si staccano, ecco che appaiono quei detriti bianchi così antiestetici e comunemente noti come forfora. Premesso che il ricambio cellulare e la presenza di alcune particelle di cute morta fra i capelli è del tutto normale, va comunque aggiunto che quando il processo di desquamazione diventa particolarmente intensivo, questo meccanismo viene alterato e finisce col causare diversi problemi soprattutto psicologici, dato che la forfora non è né contagiosa né pericolosa per la salute, ma semplicemente imbarazzante.

Forfora: fattori di rischio e cause
La forfora, benché sia sempre rappresentata dalle particelle di cute morta che rimangono sulla testa e che tendono poi a cadere via, in realtà può dipendere da numerose patologie della cute: ad esempio, spesso la forfora è la conseguenza di una pelle troppo secca o del lievito Malassezia, che vive comunemente fra i capelli ma che può in alcuni casi portare a irritazione e al conseguente aumento di strati di pelle morta. Ma la forfora può anche dipendere da altre patologie cutanee, come la dermatite seborroica, la psoriasi, gli eczemi, la tigna e la dermatite da contatto. Per quanto concerne i fattori di rischio, la forfora colpisce soprattutto gli uomini e sin dalla tenera età, ma la presenza delle suddette patologie e di altri fattori come un'alimentazione scorretta e l'igiene poco curata possono ovviamente inasprire il problema.

Quali sono i trattamenti per la forfora?
Esistono diversi prodotti perfetti per curare questo problema: ad esempio, la linea di prodotti antiforfora Bioscalin può contare sulla presenza di shampoo agli oli naturali progettati esattamente per questo scopo, oppure sugli integratori in compresse per combattere la forfora. In genere, va detto che tutte le creme ed i rimedi contenenti elementi quali lo zinco piritione, l'acido salicilico, il ketoconazolo ed il selenio rappresentano un toccasana per chi soffre di questo disturbo. Ma esistono anche altri rimedi naturali, come ad esempio i massaggi del cuoio capelluto a base di aceto o di olio di semi di lino, e tanti altri estratti vegetali del calibro del tea tree oil, dell'aloe vera, della barbabietola e dell'ortica. Infine, da sottolineare anche prodotti biologici come l'argilla verde.

Alimentazione e altri consigli
Per quanto concerne l'alimentazione, noi consigliamo di mangiare soprattutto verdure (ricche di minerali come lo zinco), frutta (ricca di vitamine), carne rossa e ovviamente il pesce, fonte di Omega 3. Da evitare, invece, i cibi particolarmente grassi, le bevande come il caffè e quelle zuccherate, le fritture ed i carboidrati. Altri consigli per contenere la forfora? Evitare di usare lo shampoo ogni giorno, utilizzare solo prodotti delicati, curare sempre l'igiene ed evitare cosmetici troppo grassi o tinture troppo aggressive. Infine, cercate sempre di anticipare eventuali problemi cutanei più gravi, che potrebbero poi provocare anche la forfora, facendovi dunque visitare da uno specialista.

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl