Cambiavento

Al museo dell'autodromo in mostra la storia della F1 nel circuito del Santerno

Pubblicata il 20 aprile 2017

Vai alla sezione Sport »

Al museo dell
Imola. È stata inaugurata oggi e resterà aperta fino al 12 giugno, al museo “Checco Costa” dell'autodromo "Enzo e Dino Ferrari", la mostra “Imola Formula Uno 1963-2006: la storia continua”. L'esposizione è organizzata da IF Imola Faenza Tourism Company, la società pubblico-privata nata nel 2016 per la promozione e la commercializzazione turistica del territorio di Imola e Faenza, in collaborazione con il Con.Ami, l'Historic Minardi Day, il Crame (Club romagnolo auto moto d'epoca), con il patrocinio del Comune di Imola e il contributo di: Dino Zoli Group, Scuderia Toro Rosso, Panini Motor Museum, Zanasi Group, Collezione Zanisi. I crediti Fotografici/Video sono di: Foto Angelo Orsi, Archivio Actualfoto, Archivio S. Amaduzzi, Archivio Minardi, Archivio Brusa, Foto Minarini, RaiTeche.

"La mostra è un vero e proprio viaggio nel tempo, un percorso emozionale che ripercorre la storia della Formula 1 a Imola – spiega il curatore, Matteo Brusa -. Si parte dalla Maserati 250 F di Manuel Fangio, che torna a Imola a 60 anni da quel luglio 1957 in cui girò sulla pista del Santerno, si arriva alla Ferrari di Michael Schumacher, vincitrice nel 2006 dell'ultimo Gp di San Marino. La macchina di Fangio è stata una delle primissime formula uno a girare nell'autodromo, che era stato inaugurato appena quattro anni prima".

In mezzo ci sono la Cooper F.1 di John Surtees, la Ferrari di Michele Alboreto del 1985, le Minardi M185 (la prima formula uno della squadra di Gian Carlo Minardi), M189 e M193B, guidata da Pierluigi Martini in quel maledetto Gp del 1994, l'ultima gara di Ayrton Senna e altre vetture ancora, in un allestimento che prevede video on board, locandine e immagini di tutte le edizioni del Gp di Formula 1, spezzoni di interviste e preziosi contributi audio e video. Da segnalare, in particolare, il contributo di Angelo Orsi, attraverso il quale la mostra ricorda il campione brasiliano Ayrton Senna, di cui Orsi è stato fraterno amico.

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl