Cambiavento

Rumore zona autodromo: il Consiglio di Stato non concede la sospensiva

Pubblicata il 19 maggio 2017

Vai alla sezione Cronaca »

Rumore zona autodromo: il Consiglio di Stato non concede la sospensiva
Imola. Il Consiglio di Stato non accoglie il ricorso del Comune di Imola in merito alla sospensiva della sentenza del Tar del dicembre scorso con la quale si chiedeva all'Amministrazione comunale di Imola di ripristinare per la zona autodromo le “vecchie” classe acustiche, modificate in peggio dalla nuova zonizzazione acustica.
Tuttavia il Consiglio di Stato non è entrato nel merito della vicenda riservandosi di dare un giudizio definitivo entro fine anno.

Pertanto al momento restano valide le disposizioni del Tar che con sentenza del dicembre 2016, accogliendo il ricorso di un gruppo di cittadini, stabilì che dovevano essere ripristinate le classi acustiche I per il Parco Acque Minerali e III per le abitazioni adiacenti all'autodromo.
Ricordiamo che con una delibera del Consiglio comunale (la numero 233 del 22 dicembre 2015), approvata a maggioranza, il Parco si vedeva assegnata la IV classe (al pari di una zona industriale) anziché la I come stabilito invece dalla legge e così come confermato dalla sentenza del tribunale amministrativo regionale.
Nello stesso tempo la classe IV era stata assegnata anche alle abitazioni adiacenti all'autodromo al posto della III classe precedente.

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl