Cambiavento

Cassa di Risparmio di Ravenna incrementa la partecipazione diretta in Banca di Imola

Pubblicata il 19 giugno 2017

Vai alla sezione Ambiente »

Cassa di Risparmio di Ravenna incrementa la partecipazione diretta in Banca di Imola
Via libera, da parte del cda della Cassa di Risparmio di Ravenna (capogruppo della Banca di Imola) al progetto di fusione per incorporazione di Argentario CariRa. E' quanto si legge in una nota della banca ravennate secondo cui l'operazione rientra in un progetto di ridefinizione della struttura societaria del Gruppo finalizzato a realizzare una semplificazione degli assetti di governo".

Nel dettaglio, viene spiegato, "per effetto della fusione le azioni di Argentario verranno annullate, mentre agli azionisti di Argentario, esclusa la Cassa, che alla data attuale rappresentano l'1,76% del capitale sociale, verranno attribuite in concambio azioni Cassa sulla base del rapporto di cambio pari
a 1 azione della Cassa per ogni 16,94 azioni di Argentario, con eventuale conguaglio in denaro pari ad euro 1,03 per azione, nel caso in cui il rapporto di cambio porti ad un risultato non unitario. La fusione non comporterà quindi alcun aumento di capitale sociale, né modifiche dello statuto sociale della Cassa
incorporante".

L'operazione ha ricevuto la preventiva autorizzazione della Banca d'Italia e della Bce comporterà "l'incremento della partecipazione diretta della Cassa nelle due banche controllate Banca di Imola e Banco di Lucca e del Tirreno ed il controllo diretto delle stesse, nonché di Italcredi, di Sorit e della Consultinvest Asset Management Sgr. Ora il progetto di fusione verrà sottoposto all'approvazione delle assemblee straordinarie di Cassa e di Argentario.

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl