Cambiavento

Torna il Mondiale Motocross all'autodromo

Pubblicata il 26 giugno 2017

Vai alla sezione Sport »

Torna il Mondiale Motocross all
Imola. Il mondiale motocross, maschile e femminile, che tornerà in riva al Santerno il 29 e 30 settembre del 2018, dopo la prima gara alle Acque minerali nel 1948 nel Dopoguerra, fa ricordare i tempi pioneristici dell'autodromo con Checco Costa e rimpingua il programma esistente con una gara interessante.

Ma l'enfasi e gli applausi dei soliti noti, invitati nel media center dell'autodromo alla presentazione in grande stile con l'ormai consueto video emozionale, sono stati esagerati rispetto alla portata di un campionato che, se Imola ospitasse ancora la Formula Uno che manca dal 2006 o il MotoGp del redivivo Valentino Rossi di Assen senza parlare del Giro d'Italia in bici, sarebbe stato derubricato a un evento collaterale (tanto più che si terrà fra oltre un anno e del percorso si sa ancora poco, come mai parlarne ora?, ndr) anche perché il motocross non passa da tempo dai mass-media più importanti, soprattutto le tv dai grandi numeri. Certo, ci sono ancora diversi fans di tale specialità in Emilia Romagna e il prossimo anno all'Enzo e Dino Ferrari è stata riservata l'ultima gara, ma è un po' poco per accendere le luci della ribalta.

Gli organizzatori di Formula Imola, in prima fila Marcello Pollini, ci hanno provato lo stesso portando la campionessa della specialità Chiara Fontanesi e un grande ex come Marco Melandri, il saluto video di Tony Cairoli e i fratelli Claudio e Carlo Costa figli di Checco che hanno avuto tutti parole di elogio, oltre alla presenza del patron del Crame Bruno Brusa.

Per il presidente di Formula Imola, Uberto Selvatico Estense, “Il motocross è sempre stato nel Dna del nostro circuito. Le stesse origini dell'autodromo si fondono con i tracciati utilizzati per le manifestazioni che vennero disputate tra il Monte Castellaccio e le rive del Santerno tra il 1948 ed il 1965, regalando a Imola la paternità del primo campionato mondiale di motocross. Dopo così tanto tempo, finalmente torna a Imola lo spettacolo del mondiale di motocross gestito dall'apprezzatissima organizzazione di Youthstream. Siamo emozionati e vogliosi di realizzare un sogno, grazie all'Amministrazione e al Con.Ami, che è rimasto da sempre nelle menti degli appassionati imolesi e di tutto il mondo del motocross”.

Maggiore enfasi da parte del sindaco Daniele Manca: “Stiamo per rivivere un sogno, nel 2006 la F1 se ne andò via e ancor prima il MotoGp, ma ci furono persone che non si abbandonarono alla disperazione e lavorarono su radici solide, da allora sono arrivate le Superbike e oggi ripresentiamo una delle identità volute dal grande Checco Costa su una pista disegnata molto bene che sarà spettacolare in particolare sul prato della Rivazza. L'altra radice manca dal 2006 (Formula Uno), ma ci stiamo preparando e ci faremo trovare pronti. Quando il cuore della Motor Valley batte, i sogni sono alla portata di mano. Cercheremo anche di abbinare all'evento su Cross, un grande concerto rock, sarebbe il massimo per i giovani”.

Rapido il direttore di Youthstream Daniele Rizzi: “Il progetto è ambizioso e magnifico, abbiamo le carte in regola per ottenere un successo”. Si spera se non proprio in un successone, nemmeno in una gara di nicchia.

(Massimo Mongardi)

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl