Cambiavento

Rc sulla discarica: "Ampliamento per massimizzare i profitti a scapito delle persone"

Pubblicata il 28 giugno 2017

Vai alla sezione Politica »

Rc sulla discarica: "Ampliamento per massimizzare i profitti a scapito delle persone"
Imola. Alla vigilia dell'istruttoria pubblica per l'ampliamento della discarica di via Pediano, anche Rifondazione comunista fa sentire forte la sua voce contraria pur distanziandosi da quella che tale partito giudica una "gazzarra politica" (forse le forti proteste di centinaia di cittadini nelle assemblee all'autodromo?, ndr).

"L'ampliamento della discarica di via Pediano proposto dal governo Pd della città riguarda volumi impressionanti e la Regione Emilia Romagna aveva infatti autorizzato solo la sopraelevazione (e non l'ampliamento verso il territorio di Riolo Terme) ma l'arroganza che invece è il principio ispiratore dell'azione del sindaco Daniee Manca in questa vicenda ha fatto sì che sia stata avviata una nuova richiesta alla Regione proprio sull'ampliamento. Al netto di eccessi e comportamenti da 'gazzarra politica' da cui prendiamo le distanze, si è quindi chiarito che l'ampliamento della discarica faccia gli interessi di Hera che lucra sul business dei rifiuti nonchè gli interessi del bilancio del Comune  attraverso il cosiddetto disagio ambientale".

"La Regione ha convocato la cittadinanza mediante una pubblica assemblea (obbligatoria ai sensi di legge) adeguatamente pubblicizzata, la cosiddetta istruttoria pubblica, per venerdì 30 giugno (ore16,30-19,30) nei palazzi della Regione Emilia-Romagna a Bologna - continua Rc -. Praticamente allo scadere del termine utile per presentare le osservazioni, che è lunedì 3 luglio, e a ben 40 km di distanza dall'area della discarica e dalla residenza dei cittadini che subiranno i conseguenti disagi. La discarica per anni è stata l'alibi per il territorio imolese per non investire verso tutte le azioni e le politiche atte ad incentivare la raccolta differenziata, così come stabilito dal D. Lgs. n. 36/2003 che chiedeva un progressivo aumento della quota di differenziata in previsione di dismettere le discariche.
E' da tale lacuna che si è aperta la strada (ben 10 anni fa) per pensare all'ampliamento cioè alla facile e redditizia soluzione dell'ampliamento della discarica. Inoltre la fuoriuscita di percolato nei controlli svolti da Arpa non fanno altro che confermare che anche la discarica attuale non solo sia una bomba ecologica ma che occorre provvedere in merito per la sua manutenzione e messa in sicurezza, altro che ampliamento. Potremmo dire che è questo è il male di una società capitalista che massimizza solo i profitti a scapito delle persone e dei loro bisogni primari, come la salute. E lo diciamo poiché il Pd, e quello imolese in particolare, ne incarna le peggiori rappresentazioni".

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl