Cambiavento

Green Economy ed economia circolare, due modi per fare impresa rispettando l'ambiente

Pubblicata il 1 luglio 2017

Vai alla sezione Economia e Lavoro »

Green Economy ed economia circolare, due modi per fare impresa rispettando l
Accanto alla recentissima rivoluzione 4.0, una delle tendenze in campo produttivo che più di altre stanno avendo un impatto importante in chiave industriale è quella della Green Economy, ovvero un sistema che si basa sull'uso consapevole delle risorse biologiche, provenienti dalla terra e dal mare, inclusi i rifiuti, per la produzione di energia industriale.

Tale modello di sviluppo considera, fra le voci economiche, oltre al Pil di un determinato sistema produttivo, anche il suo impatto ambientale, cioè i danni potenziali risultanti dall'intero ciclo di trasformazione, trasporto, consumo e smaltimento.
Questi possono infatti, talvolta, ripercuotersi sul Pil stesso a causa della riduzione di resa delle attività economiche che traggono vantaggio da una buona qualità dell'ambiente in cui operano, come ad esempio il turismo, l'agricoltura o la salute pubblica.

Un secondo sistema economico che guarda a questo tipo di impatto, cercando di ridurne gli effetti, è noto come “economia circolare”, che prevede una rigenerazione in autonomia delle risorse per il proprio sostentamento. Da un lato, reintegrando nella biosfera i materiali biologici, che possono così essere re-immessi nel flusso energetico, dall'altro, ridando valore e riutilizzando i materiali tecnici, che rientrano così nell'attività produttiva e di consumo senza inquinare l'ambiente.

Secondo un recente studio riportato dall'agenzia Adnkronos, nell'Unione europea, negli ultimi 15 anni, i cosiddetti “Green Jobs” sono cresciuti del 49% rispetto al 6% dell'economia tradizionale, con un aumento del valore aggiunto lordo dell'economia ambientale da 135 a 289 miliardi di euro. In Italia la crescita di queste imprese, e la relativa necessità di creare nuove tipologie di formazione scolastica, promette l'accesso a un bacino che può valere fino a 1 milione di posti di lavoro nei prossimi anni. Il trend di crescita di questo mercato, determinato da fattori di innovazione tecnologica, politiche ambientali e nuove abitudini di consumo, porta a una diversa ottica di impresa, più attenta all'ecosostenibilità e al riutilizzo, e a una necessaria richiesta di competenze green in nuovi settori di impresa e in settori tradizionali che scelgono soluzioni a minore impatto ambientale.

(Amilcare Renzi)

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl