Cambiavento

L'associazione Tommaso Moro pronta al dialogo con Forza Italia che resta fredda

Pubblicata il 9 luglio 2017

Vai alla sezione Politica »

L
Imola. L'associazione Tommaso Moro, ovvero una parte del mondo di Comunione e liberazione, è in pieno fermento già prima delle ferie estive. Assesta sempre più colpi al Pd con il quale uno dei leader ciellini Romano Linguerri è tutt'ora alleato in consiglio comunale e strizza l'occhio verso il centro e il centrodestra non si sa se convintamente o se per alzare il tiro di una nuova alleanza con il Pd alle elezioni amministrative del 2018.

"Ci permettiamo quindi di confermare e ribadire come non si intravveda ad oggi una proposta di governo che parta dai reali problemi della gente. Non la leggiamo nè da parte del Pd nè tantomeno da chi all'opposizione continua nel suo ruolo sempre contro a prescindere (solito attacco ai 5 Stelle, ndr) -. Abbiamo anche affermato che il nostro progetto di ricerca di bene comune dal basso non lo vogliamo realizzare da soli ma assieme a chi, come noi, ha lo stesso proposito. Non ci interessa se la sua appartenenza politica sia di destra di centro o di sinistra, ciò che conta è che da subito, da “Adesso”, abbia voglia di riprendere con noi il gusto del fare politica non autoreferenziale ma per la gente. Noi siamo pronti ad un confronto sui temi della città con chiunque, dov'è il partito che ha storicamente governato Imola? È assente, bloccato, in ferie? Dove sono altri interlocutori, noi ci siamo, se i primi a rendersi disponibili sono la lista civica di Vacchi e il movimento di Carapia iniziamo da loro, vediamo cosa propongono".

Strano, perché Vacchi ha già risposto sostanzialmente "picche" e oggi Simone Carapia, capogruppo di Forza Italia, fa lo stesso: "Siamo aperti al dialogo con tutti, ma osservo che finora la Fornace ha guardato più agli interessi dei singoli che a quelli della comunità imolese. Non so se fidarmi di gente che cambia idea a giorni alterni. L'obiettivo del centrodestra, a iniziare da settembre, è quello di arrivare unito alle elezioni amministrative per andare al ballottaggio contro il Pd e i suoi alleati. La nostra idea è quella di cercare di avere presto un candidato sindaco credibile e poi di affrontare i programmi che sono poi quelli di tutti, sanità, discarica, servizi sociali e lavoro".

(m.m.)

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl