Cambiavento

Come fare gaming a livello professionale

Pubblicata il 20 luglio 2017

Vai alla sezione Tempo libero »

Come fare gaming a livello professionale
Oltre un miliardo di euro, con una crescita annua pari al +8,2%: non stiamo parlando di comparti come l'e-commerce, ma di un settore che non sempre viene valorizzato come dovrebbe. Ovvero il gaming che, sempre più spesso, smette i panni di hobby e diventa una vera e propria professione, con tanto di sponsor pronti ad investire milioni e competizioni internazionali con un seguito di appassionati davvero clamoroso. Poi, ovviamente, parliamo anche di un settore abbastanza diversificato: dai computer alle console in multiplayer, passando per il live gaming, sono tantissime le opportunità di questo mondo. Ma i passi per fare gaming a livello professionale sono abbastanza netti e abbordabili: premesso che serve talento e allenamento, chiunque desideri cominciare non potrà fare a meno dei seguenti aspetti.

Computer: quali sono i requisiti necessari?
Il comparto hardware del computer, per poter tollerare gli enormi carichi di lavoro portati da un videogioco di ultima generazione, deve possedere delle caratteristiche molto specifiche. Intanto non può fare a meno di una RAM da almeno 8 GB a 32 GB: una via di mezzo (12 GB) potrebbe essere la soluzione vincente e anche più economica. Poi, altrettanto importanti sono fattori come la scheda grafica e la CPU: nel primo caso meglio optare per una AMD o una nVidia, mentre nel secondo un processore Intel Core-i7 è il top di gamma. Infine, attenzione alla scheda audio: meglio installarne una integrata, o in alternativa scegliere un paio di cuffie gaming con una propria scheda.

Connessione Internet: quanto conta?
La connessione Internet non è semplicemente importante, ma decisiva: questo perché la velocità di trasmissione dati in download ed in upload deve minimizzare il livello di ping e dunque la latenza fra invio di un comando e ricezione da parte dei server online sfruttati dai giochi in multiplayer. E non serve spendere molto denaro, perché oggi è possibile sfruttare un'offerta ADSL specifica per il gaming, come quella proposta da ISP come Vodafone. Poi, sarà anche il caso di ottimizzare la connessione prima di giocare online: come fare? acquistando un router di valore, che dia la possibilità di cambiare frequenze della connessione, e aprendo le porte TCP/IP utilizzate per quello specifico videogame.

Poltrona da gaming: la schiena è importante
Una vera postazione da gaming professionale non dovrebbe mai prescindere dall'acquisto di una poltrona specifica per il gioco. Questo perché, data la quantità di ore che passerete al computer, dovrete necessariamente alleggerire il peso che altrimenti graverebbe sulla vostra schiena. Quindi le regole sono poche, ma anche molto chiare: la poltrona gaming dovrà avere uno schienale ergonomico dotato di un'imbottitura di qualità e di una serie di livelli di inclinazione da utilizzare a seconda dell'altezza del monitor e della distanza da esso. Ma quali tipologie esistono? A parte la classica versione da ufficio, troviamo la sedia racer (ideale per i giochi di corsa) o la poltrona portatile con amplificatori inclusi.

Cuffie gaming: come sceglierle?
Già detto della scheda audio incorporata, le cuffie gaming dovrebbero sempre possedere un sistema di noise cancelling per evitare di disturbare il coinquilino o di permettere l'intrusione ai rumori esterni. E dovrebbero anche vantare diversi livelli di connettività, oltre che una batteria della durata di almeno 8 ore. Inoltre, è anche importante scegliere un paio di cuffie che non sia eccessivamente pesante, e con imbottiture over-ear di materiali di qualità, che non facciano sudare le orecchie.

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl