Cambiavento

“Castello's got talent”, trionfa Enrico Zambianchi

Pubblicata il 11 agosto 2017

Vai alla sezione Cultura & Spettacoli »

Domenico Lannuti
Castel San Pietro Terme (Bo). Enrico Zambianchi e il suo “Profeta della morte” si aggiudica la 5ª edizione di “Castello's got talent”. Nella finale di giovedì 10 agosto ha sbaragliato la concorrenza di altri tre bravi comici: Enrico Balboni, Simona De Guglielmo e Alessandro Brusa.
Per la serata finale la conduzione ha visto riformarsi sul palco la coppia Davide Dalfiume – Marco Dondarini, che all'insegna di “Insieme per sbaglio” ha deliziato il numeroso pubblico con intermezzi in parte improvvisati, in parte tratti dalla loro repertorio di comicità surreale.

Ma sul palco non sono mancate altre sorprese, a cominciare dall'ospite. Enrique Balbontin è stato costretto al forfait da una indisposizione, al suo posto è salito Domenico Lannuti, che non ha fatto certo rimpiangere il sui collega assente. Attore, comico, mago, insegnante, autore, regista e formatore. Parallelamente all'attività teatrale e di spettacolo, Lannutti svolge anche un'intensa attività pedagogica, collaborando con diverse scuole di teatro e con l'università di Bologna. Ha frequentato diverse scuole e svariati laboratori: teatro, commedia dell'arte, tecniche di cabaret, istrionismo comico, clown teatrale, buffone, costruzione del personaggio, illusionismo.
Per “Castello's got talent” ha mescolato, come solo lui sa fare, comicità, magia, trasformismo, poesia e follia in un crescendo di comicità irresistibile.

Altra sorpresa, quando tra i giurati si è presentato Henry Zaffa, l'eclettico comico milanese, monologhista, battutista ed improvvisatore, ci ha spiegato come la Gazzetta dello sport sia in realtà l'unico quotidiano porno in Italia.

Moneti di comicità pura, mescolati all'idea del concorso, hanno fatto di “Castello's got talent” un evento di questa torrida estate. E il vincitore di quest'anno, Zambianchi, lo sta a dimostrare. Prima della consacrazione nell'edizione 2016 di “Eccezionale Veramente”, il comico di Forlimpopoli aveva già fatto parlare di sé, non a caso su molti giornali è definito “Il Profeta della risata”. Zambianchi dà il meglio di sé negli spettacoli dal vivo, e nella serata del 10 si è visto. E' autore dei suoi testi e rinnova costantemente il proprio repertorio, spesso inserendo analisi argute ed attuali della società. In questo modo i suoi spettacoli diventano eventi unici ogni volta e sorprendono per logica freschezza.

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl