Eleonora Proni ci presenta la festa de l'Unità di Ravenna

Pubblicata il 25 agosto 2017

Vai alla sezione Cronaca »

Eleonora Proni ci presenta la festa de l
Ravenna. La Festa de l'Unità provinciale cade in un momento politico importante perchè si stanno predisponendo le pedine delle prossime alleanze elettorali. Ne parliamo con eleonora Proni, segretario provinciale Pd.

Cosa si aspetta dal dibattito che ci sarà alla festa e che vedrà presenze di primo piano? A Ravenna la nascita di Mdp ha creato qualche vuoto nelle file del Pd. sono previsti momenti di confronto durante la festa?
"Sono molto contenta che si colga lo sforzo fatto per qualificare la festa provinciale anche come occasione di confronto e di riflessione. Mi aspetto che tutte queste iniziative rappresentino uno sguardo sul futuro e una sintesi di come vogliamo cambiare il Paese. Vorremmo insomma che fossero un contributo a definire un profilo programmatico del partito. L'ho ripetuto in altre occasioni, le alleanze sono importanti e sono un problema (per altro al momento nemmeno configurabile sotto il profilo di ciò che è più opportuno fare dal momento che ancora non conosciamo la legge elettorale) ma il problema centrale è che cosa vogliamo fare.
Purtroppo continuiamo a essere un popolo di "tifosi" che si esprimono e che fanno scelte spesso più sulla base della "maglia" e della squadra che non delle analisi delle proposte. Il bello di questo spirito sportivo che attraversa la nostra cultura diffusa è che questo significa che la politica continua a mobilitare energie e passioni ma se seguiamo la "pancia", i personalismi, le appartenenze al gruppo , ... sappiamo per certo che, in primo luogo, la sinistra finisce frammentata e divisa e che, come Paese, finiremo ai margini dei paesi civilizzati.
Per questo abbiamo dedicato molta energia a costruire un programma di dibattiti ampio, articolato e con personaggi di primo piano, perché pensiamo che la credibilità, il consenso, l'unità all'interno del partito (e anche le alleanze e le aggregazioni!) si costruiscono a partire dalla condivisione sulle analisi e soprattutto sulle cose da fare.
Se guardiamo al passato troveremo certamente mille ragioni per differenziarci e non faremo un passo avanti. Se proviamo a guardare in faccia i gravissimi problemi con i quali ci dobbiamo confrontare, cercando risposte di sinistra, innovative, intelligenti, sostenibili, appassionanti, sono convinta che possiamo farcela. Soprattutto sono convinta che possiamo essere un partito attraente e diventare interessanti anche per altre forze politiche responsabili. In questi anni abbiamo dimostrato di saper governare in un contesto economico e internazionale difficilissimo, con margini di manovra risicatissimi.
Credo che dovremmo riuscire a dare alla nostra proposta programmatica un di più di appassionante e rafforzare la dimensione dell'idealità e delle proposte sfidanti.
Mi auguro che dallo stare insieme di questi 18 giorni della Festa e dai momenti di riflessione organizzati questo emerga con un forte risalto."

(m.z.)

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl

Cookie Policy
Informativa Privacy