Cambiavento

Al ministro Fedeli piace il lavoro degli alunni sulle materie scientifiche

Pubblicata il 22 settembre 2017

Vai alla sezione Scuola e Formazione »

Il ministro Fedeli apprezza il lavoro degli alunni per approfondire materie scientifiche
Imola. “Quello che hanno fatto i bambini con i loro insegnanti è una grande cosa”. Lo ha detto il ministro della Pubblica Istruzione Valeria Fedeli, dopo la visita questo pomeriggio alla mostra dei materiali prodotti da studenti e docenti nel corso dei laboratori estivi Stem, allestita all'Istituto Comprensivo 5 Sante Zennaro e realizzata insieme all'Istituto Comprensivo 6.

L'acronimo Stem deriva dall'inglese Science, Technology, Engineering and Mathematics, in italiano scienza, tecnologia, ingegneria e matematica e viene utilizzato per indicare i corsi di studio e le scelte educative volte a incrementare la competitività in campo scientifico e tecnologico. Per promuovere la cultura scientifica tra gli studenti delle scuole elementari e medie, il Dipartimento per le pari opportunità della Presidenza del Consiglio ha stanziato un milione di euro per l'attuazione dell'iniziativa “In estate si imparano le Stem - Campi estivi di scienze, matematica, informatica e coding”.

Parlando dell'iniziativa Stem, il ministro Fedeli ha aggiunto: “Si tratta di una sperimentazione molto importante, perché fa capire le abilità e le capacità fin da bambini”. L'iniziativa prevedeva il finanziamento di progetti per la realizzazione di percorsi di approfondimento in materie scientifiche (matematica, cultura scientifica e tecnologica, informatica e coding) da svolgersi nel periodo estivo rivolti prevalentemente alle studentesse, ma anche a studenti, delle scuole elementari e medie (primarie e secondarie di primo grado).

Gli Istituti Comprensivi 5 e 6, diretti rispettivamente dalle dirigenti Adele D'Angelo e Loretta Salaroli, hanno partecipato con progetti che hanno visto la collaborazione del Comune ed ottenuto finanziamenti per la realizzazione degli stessi. Il Progetto dal titolo “Microcippiamoci, coding e informatica per contrastare gli stereotipi di genere”si è tenuto negli ambienti scolastici che hanno tenuto aperti i propri spazi per due settimane durante il periodo estivo, periodo in cui i genitori sono più in difficoltà a conciliare i tempi di vita familiare con il lavoro, ed hanno prodotto con notevole successo molto materiale .

Il ministro Fedeli ha visitato quindi la mostra illustrata dai docenti e dagli studenti e il plesso Sante Zennaro, definito dal ministro stesso “bellissimo”, complimentandosi con bambini e insegnati e sperimentando insieme a loro anche alcune delle invenzioni realizzate nel corso del progetto. Il ministro è stato ricevuto dal sindaco Daniele Manca insieme all'assessore alla Scuola, Giuseppina Brienza, alla dirigente dell'IC 5 Adele D'Angelo ed alla dirigente vicaria dell'IC 6, Gisella Rivola.

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl