Cambiavento

Bruno Trentin, il sindacalista inquieto

Pubblicata il 17 ottobre 2017

Vai alla sezione Economia e Lavoro »

Bruno Trentin
Imola. Il sindacalista che amava il jazz, la montagna e la libertà: si parlerà di Bruno Trentin e dei suoi diari mercoledì 18 ottobre, ore 17.30, nella sala delle Stagioni di Imola (via Emilia 25). La nostra testata "leggilanotizia", in collaborazione con l'Aci (Alleanza cooperative italiane) e la Cgil di Imola, hanno, infatti, organizzato la presentazione del volume "Bruno Trentin. Diari 1988 - 1994" che raccoglie una parte del lavoro e del pensiero di uno dei più importanti sindacalisti del dopoguerra.
Sarà presente il curatore del volume, Iginio Ariemma, interverranno Domenico Olivieri, presidente Aci Imola, Paolo Stefani, segretario Cgil Imola.

"I Diari di Bruno Trentin comprendono 20 quaderni e vanno dall'agosto 1977 all'agosto 2006, allorché il trauma, provocato dalla caduta in bicicletta, a San Candido, in Alto Adige, lo condusse un anno dopo alla morte - spiega Igino Ariemma -. Manca un quaderno, dal maggio 1999 alla primavera del 2001, (era stato eletto al Parlamento europeo nel giugno del 1999), quaderno che gli è stato rubato, con la borsa che portava sempre con sé, a Parigi mentre si recava a Bruxelles.I diari sono scritti in quaderni non comuni, con solide copertine .Sono scritti con molta cura, ma non con regolarità periodica, talvolta vengono saltate settimane, persino mesi. Non sappiamo se Bruno avesse in animo di pubblicarli. Ha lasciato alla moglie, Marcelle Padovani, il compito: se, come e quando pubblicarli. A dieci anni dalla sua morte, in pieno accordo con Marie, abbiamo deciso di pubblicare i diari del periodo che va dall'agosto 1988 all'agosto 1994. Sono sei quaderni. E li abbiamo lasciati 'nudi e crudi' come Bruno li aveva scritti. Abbiamo scelto questo periodo non soltanto perché sono gli anni in cui Trentin è segretario generale della Cgil rinnovando profondamente il sindacato, ma soprattutto perché è in atto un passaggio d'epoca di cui Trentin è testimone e interprete: il crollo del comunismo e la fine dell'Unione Sovietica con lo scioglimento del Pci e la costituzione del Pds; e in campo economico l'avvio di quella rivoluzione industriale che vede la crisi del fordismo e l'affermarsi dell'economia digitale".

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl