Famiglia con quattro bambini fuori di casa, l'Acer interviene all'ultimo momento

Pubblicata il 26 ottobre 2017

Vai alla sezione Solidarietà »

Famiglia fuori di casa
Imola. Una triste storia. Una famiglia con due genitori di 30 anni, padre italiano e madre rumena, e quattro figli piccoli, rispettivamente di 9 e 6 anni, 19  e 6 mesi, si trova fuori dal loro piccolo appartamento (di proprietà dell'Acer) di circa 50 mq in via Geminiani a San Prospero. "Abbiamo segnalato il 29 settembre insieme con una vicina - spiega la mamma Florentina - allo sportello Acer di Bologna che c'erano infiltrazioni d'acqua dall'appartamento di sopra che provocavano muffa e umidità molto fastidiose nel nostro appartamento soprattutto per i più piccoli. Ci hanno risposto che avrebbero fatto qualcosa, ma poi non è accaduto nulla. Il 25 ottobre ci siamo decisi a chiamare i vigili del fuoco e la polizia municipale che hanno visto la situazione. Siamo seguiti dai servizi sociali che ci hanno detto che non potevano farci niente e che doveva intervenire l'Acer".

L'Acer è intervenuta una prima volta il 26 ottobre assicurando che avrebbe aggiustato le tubature in giornata, ma almeno stando al racconto di Florentina "l'appartamento non è ancora agibile, non voglio fare ammalare i miei bambini, uno deve fare l'operazione alle adenoidi il 27 ottobre e siamo in difficoltà. I servizi sociali ai quali ci siamo rivolti di nuovo il 26 ottobre, in un primo tempo, hanno detto che potevano darci una soluzione abitativa di emergenza, poi hanno chiamato l'Acer che ha risposto che ci pensava lei. Così stanotte la passeremo ancora in casa di amici visto che i rapporti con la famiglia di mio marito non sono buoni, speriamo per i prossimi giorni che le cose migliorino".

Ed ecco la laconica comunicazione dell'Asp del 26 ottobre: "Nella serata del 25 ottobre siamo stati informati dalla polizia muncipale dell'intervento in corso da parte dei vigili del fuoco presso l'alloggio di San Prospero poichè occupato da una famiglia con minori. L'Acer, titolare della gestione del suddetto alloggio, ci risulta abbia immediatamene attivato gli accertamenti del caso e le azioni di primo intervento a salvaguardia delle persone e dell'appartamento, accertamenti e lavori proseguiti nella giornata odierna. Questo Servizio ha indirizzato il nucleo, a fronte della emergenza verificatasi ,a trovare appoggio e accoglienza momentanea presso la famiglia di origine, residente nel nostro territorio. A tutt'oggi non è pervenuta alcuna informazione circa l'esistenza di una dichiarazione di inagibilità dell'appartamento, che impedisca un rientro a breve nello stesso".

(m.m.)

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl

Cookie Policy
Informativa Privacy