Cambiavento

La "Bottega del Cotto" nasce per dare cibo rimasto buono dalle mense ai poveri

Pubblicata il 24 novembre 2017

Vai alla sezione Solidarietà »

La "Bottega del Cotto"
Imola. Una "Bottega del cotto" (cibo cotto) in via Garibaldi può aiutare a vivere uomini e donne più bisognosi e meno fortunati, che sono già tante anche in città. L'esperimento è stato avviato dall'associazione "No sprechi", che già gestisce l'Emporio solidale in via Lambertini, grazie a un accordo trovato con alcune  mense: Sacmi, Camst, Tavolta Amica e Tavola Calda.

Tutti i giorni il cibo che rimane in tali mense viene raccolto in confezioni di primi piatti, secondi, contorni e sughi che vengono distribuiti, per il momento, a 28 persone segnalate da Croce Rossa, Caritas, Auser, Antheas, San Vincenzo, Santa Caterina e Trama di terre e Asp con un Isee inferiore a tremila euro. Nei primi 23 giorni, sono state distribuite 1989 confezioni per 4 quintali e 860 chilogrammi in modo da coprire la gente per tutta la settimana. Per il futuro, entro breve, si spera e si prevede di aumentare il numero delle persone aiutate.

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl