"Accadde a Betlemme" quest'anno si collega con la Siria

Pubblicata il 11 dicembre 2017

Vai alla sezione Eventi »

"Accadde a Betlemme" quest
Imola. Il 17 dicembre si terrà in centro storico "Accadde a Betlemme", la XVI edizione dell'ormai tradizionale rappresentazione della Natività ad opera delle Scuole San Giovanni Bosco. L'iniziativa si avvale del patrocinio e della collaborazione del Comune.

“Tutti gli alunni (114 della scuola dell'infanzia, 224 della scuola primaria e 176 della scuola secondaria), gli insegnanti e i genitori delle Scuole San Giovanni Bosco già da mesi stanno lavorando per questo evento che quest'anno ha come titolo: “Abbiamo ancora bisogno di Gesù?”” spiega Tearosa Tabanelli, preside della scuola San Giovanni Bosco.

“Quest'anno abbiamo voluto rappresentare l'Avvenimento del Natale attraverso la recita dei brani del Vangelo della Nascita di Gesù e con una affascinante serie di canti della tradizione natalizia cristiana, inglesi, tedeschi, americani, portoghesi, ungheresi e italiani” aggiunge Tearosa Tabanelli.
“Vogliamo cogliere l'occasione del Natale per riscoprire la nostra umanità e cogliere qual è il vero
bisogno del nostro cuore – sottolinea da parte sua Gianni Montroni, presidente della cooperativa Il Bosco -. Vogliamo cercare di dare risposta al desiderio di vivere, di trovare il vero che ogni persona ha dentro di sé”.
“Anche quest'anno le Scuole San Giovanni Bosco offriranno una rappresentazione del Presepe vivente che animerà il centro storico e che rappresenterà un'occasione importante per riflettere in profondità sul valore ed il significato del Natale” dichiara Giuseppina Brienza, assessore alla Scuola del Comune di Imola.

Accadde a Betlemme anche quest'anno abiterà due punti del centro storico.L'evento comincerà alle 17.30 in Piazza Gramsci. Seguirà il corteo per le vie del centro fino a raggiungere piazza Matteotti dove tutti i bambini e ragazzi saliranno sul palco per presentare la parte centrale della rappresentazione. Poi arriveranno sul palco anche i bambini della Scuola dell'Infanzia.
In Piazza Matteotti dopo i canti e i brani recitati trasmetteremo una speciale intervista al Vicario
Apostolico di Aleppo in Siria e ascolteremo cosa significa per il popolo siriano il Natale di quest'anno e con quale speranza vivono la fine della guerra. “La fede cristiana è nata in Oriente, in Siria, e la rinascita cristiana deve partire proprio da lì”. Lo afferma Mons. Georges Abou Khazen, francescano, Vicario apostolico di Aleppo e Vescovo di Rusado, che in un suo appello ha chiesto ai paesi occidentali di “incoraggiare i profughi a tornare in Siria”: “Aiutateci a rimanere dove siamo nati e dove la Chiesa è nata”. Al termine della rappresentazione il Sindaco di Imola, Daniele Manca, porterà il saluto della città e tutto si concluderà con la benedizione del vescovo, Tommaso Ghirelli.
In caso di maltempo l'evento si svolgerà sempre alle 17,30 ma nella Chiesa di Sant'Agostino.

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl

Cookie Policy
Informativa Privacy