Via al progetto "Stare Insieme", rivolto alle persone emotivamente fragili

Pubblicata il 13 dicembre 2017

Vai alla sezione Salute »

Via al progetto "Stare Insieme", rivolto alle persone emotivamente fragili
Faenza. E' stato presentato il progetto “Stare Insieme” destinato a persone con difficoltà di gestione emotiva frequentanti il Centro di salute mentale di Faenza, il Centro residenziale di Brisighella e il Centro diurno di Faenza,nell'ambito di un percorso riabilitativo gestito dall'Ausl, assieme ad ogni altro cittadino che possa trarre beneficio dall'iniziativa.

Tale sperimentazione ha come obiettivi principe l'inserimento sociale di persone con difficoltà di gestione emotiva in vari contesti, la formazione all'inclusione, all'educazione alla cittadinanza e alla tolleranza, ad una didattica senza barriere da rivolgere ai familiari e cogestite dal gruppo SìStareinsieme, dagli specialisti del Centro salute mentale di Faenza, del Percorso riabilitativo residenziale di Brisighella e Diurno di Faenza al fine di rispondere alle reciproche esigenze (terapeutiche ed esistenziali).

L'iniziativa è frutto di una proposta di un gruppo di famigliari dei ragazzi e adulti del percorso riabilitativo, nato recentemente per collaborare per l'inserimento di ragazzi e adulti nella vita sociale, sostenendo inoltre i famigliari di tutti coloro che presentano una difficoltà di gestione emotiva del proprio sé, tenendo presente inoltre l'evidente difficoltà intrinseca alla nostra società ad integrarsi e a relazionarsi; per questo motivo ci si è interrogati su come si possa cercare di rispondere alle esigenze dello stare insieme in modo accogliente e partecipato tenendo in particolare considerazione le persone più fragili.

Grazie al supporto della Consulta del volontariato del Comune di Faenza, si è deciso di non creare una nuova associazione, ma di aggregarsi all'Anmic provinciale e di collaborare con tutte le associazioni con le quali si condividono obiettivi e metodologie, al fine di ottimizzare le risorse umane, finanziarie, strutturali e meglio promuovere le nostre idee nel tessuto educativo, culturale e sociale; si vuole quindi volgere lo sguardo su ciò che unisce e non su ciò che separa e, acquisendo tale prospettiva del mondo si potrà rispondere in modo costruttivo ai bisogni diffusi di relazione e di affettività.

Intento primo dell'iniziativa è quello di elevare la qualità della vita dei cittadini, sia sul piano del miglioramento dell'autonomia fisica e psicologica, sia sul piano della capacità di interagire con gli altri e con la realtà circostante per acquisire benessere e valore identitario.
Le finalità ultime sono l'accettazione e la comunicazione partendo dal sé, dal riconoscimento e dalla cura del proprio corpo-psiche, per avere coscienza del posto che ognuno di noi occupa nel mondo e delle responsabilità che ci competono e che dobbiamo assumere, in particolare nei confronti delle persone particolarmente fragili.

Collaborando con le realtà associative già esistenti, ci si è rivolti alla parrocchia di S.Antonino per favorire i momenti di incontro e la creazione di una rete di amicizie il più possibile stabili e continuative. In particolare, è stato attivato un corso di cucina, e nella serata di giovedì 14 si terrà una cena con gli allievi del laboratorio. Sono state poi avviate attività di laboratorio creativo, percorsi di aggregazione ludici e ricreativo-sportivi (tra cui attività che spaziano dal canto corale gospel all'equitazione).
Sono infine in fase di programmazione un progetto per un percorso teatrale, uno di musicoterapia, un gruppo di incontro sul sé e sulle relazioni sociali nonché una decina di incontri a tema sulle problematiche più diffuse e sulle tecniche di intervento e risoluzione di queste ultime.

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl