Mic, un 2018 ricco di iniziative

Pubblicata il 19 dicembre 2017

Vai alla sezione Cultura & Spettacoli »

Mic, un 2018 ricco di iniziative
Faenza. Il 2018 rappresenta un anno cruciale per il Mic (Museo internazionale delle ceramiche), in quanto non solo viene celebrato il suo centodecimo compleanno, ma soprattutto perchè si terranno diversi eventi, tra cui un'edizione speciale (la sessantesima) del Premio Faenza, che sempre nel 2018 giungerà al suo ottantesimo anno di nascita. Questa occasione verrà celebrata sottoforma di mostra curatoriale dove verranno esposte le opere di 56 scultori ceramici protagonisti, che non hanno mai vinto il Premio prima d'ora. Contemporaneamente - e sempre in occasione del suo ottantesimo anniversario - l'edizione 2018 del concorso si trasformerà in una grande "Biennale della ceramica contemporanea internazionale": dal 30 giugno al 7 ottobre 2018 saranno infatti raccolti i frutti delle ricerche d'arte ceramica contemporanea più innovative.

Seguendo il calendario, però, si comincia il 17 gennaio 2018 con l'inaugurazione della Project Room, una sala collocata nell'area rinascimentale faentina del museo che verrà utilizzata per presentare a rotazione eventi particolari riguardanti lo stesso Museo, come restauri, acquisizione di nuove collezioni, donazioni e pubblicazioni.
A partire dal 4 marzo (fino al 3 giugno) si prosegue poi con la mostra temporanea dal titolo "Lenci, costume e bon ton", a cura di Valerio Terraroli e Claudia Casali, direttrice del Museo. L'esposizione rappresenta la continuazione del racconto iniziato con le mostre dello scorso anno sul Liberty e sul Decò. Verranno esposte in questa occasione piccole plastiche e sculture d'arredo che hanno portato al successo la storica manifattura Lenci, in un primo momento attiva nella produzione di panni e bambole, e conseguentemente (a partire dal 1927) nel settore ceramico di un gusto che riassume i tratti principali di Liberty, Decò e Novecento, che trae ispirazione dalle riviste di moda del momento, assieme a scene di costume accattivanti e maliziose che raccontano il gusto di una parte della società borghese tra gli anni '30 e gli anni '40.

Dall'11 novembre 2018 al 10 febbraio 2019 verrà inaugurata la mostra dal titolo "Precolombiane: ceramiche, l'altra faccia dell'America", riguardante una delle collezioni permanenti più longeve e in crescita all'interno del Museo.

Ultimi ma non per importanza, gli eventi collaterali a quelli del Museo: dal 31 agosto al 2 settembre 2018 tornerà a Faenza "Argillà Italia", la celebre mostra-mercato che avrà la Germania come Paese ospite, e sempre nel mese di settembre avrà di nuovo luogo "Superfici d'Autore", mostra curata dal Mic in concomitanza con le fiere di settore Cersaie e Tecnargilla (ceramica industrale). Per concludere, è prevista per il 2018 la fine dei lavori di restauro della biblioteca del museo. Finalmente dopo anni si potrà di nuovo accedere alla sala di lettura coi mobili in legno progettati da Ennio Golfieri.

(a.m.)

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl