Assemblea su amianto e malattie non permessa da Hera nella sua sede alla Cgil

Pubblicata il 22 dicembre 2017

Vai alla sezione Economia e Lavoro »

Assemblea sull
Imola. Un conflitto sulle modalità lavorative fra i vertici Hera e il sindacato di settore della Cgil, oltre alle Rsu Cgil, ha creato una situazione spiacevole.

Il 19 dicembre si è svolta, alla Camera del Lavoro un'assemblea dei dipendenti ed ex-dipendenti del gruppo Hera. Il tema all'ordine del giorno era l'amianto e le malattie correlate, assemblea dedicata a chi, negli anni precedenti all'entrata in vigore della legge del 1992 (con cui è stato messo al bando l'utilizzo dell'amianto), “potrebbe” essere stato esposto. All'assemblea erano presenti Andrea Caselli presidente dell'associazione Afeva (associazione familiari e vittime amianto), un medico competente in materia che collabora con l'associazione ed una volontaria che si occupa dell'aspetto previdenziale.

"L'assemblea, come dicevamo - spiegano dalla Camera del lavoro -, si è svolta nella sede della Cgil, e non, come sarebbe stato auspicabile e logico nei locali di Hera Spa, a seguito della mancata autorizzazione dell'azienda a concedere il permesso per far entrare nei suoi locali ex dipendenti e persone che non sono funzionari sindacali. Autorizzazione negata dalla direzione del personale adducendo come motivazione la conflittualità di tipo sindacale in atto in questo momento tra Hera e la Filctem-Cgil di tutti i territori dell'Emilia Romagna. Riteniamo incomprensibile e inaccettabile la posizione assunta dall'azienda che dovrebbe essere la prima a preoccuparsi del benessere fisico dei propri dipendenti ed ex-dipendenti ed essere anche in grado di scindere la vertenzialità sindacale dalle problematiche legate alla salute".

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl