Negozi chiudono in centro storico: tocca anche a Cavallotti re dei formaggi

Pubblicata il 28 dicembre 2017

Vai alla sezione Economia e Lavoro »

Negozi chiudono in centro storico: tocca anche a Cavallotti re dei formaggi
Imola. L'inizio del prossimo anno porterà con sè la chiusura in centro storico d Manon cioccolateria, negozio aperto dal 2013 che vendeva tavolette di cioccolato, creme spalmabili e praline e nel giro di pochi metri l'attività dei F.lli Cavallotti in via vicolo inferno 2 storica rivendita da oltre 30 anni di formaggi e gastronomerie varie. E anche un negozio di coperte di fronte alla Rocca sforzesca chiuderà fra pochi giorni. Perdite importanti senza contare i negozi sfitti o le attività che riescono a durare al massimo per qualche mese. E se per la cioccolateria si può avanzare il dubbio che ce ne siano già tante aperte nel giro di poche centinaia di metri a farsi concorrenza, Cavallotti rappresentava un punto di eccellenza da tempo. Intanto bisognerà vedere nei prossimi giorni se l'assessore alle Attività produttive Perangelo Raffini riuscirà a trovare un gestore per lo storico Bar Bacchilega, anch'esso chiuso da tempo.

"La riduzione dei negozi nei centri storici delle nostre città riduce la qualità delle vita - scrive il capogruppo della Lega Nord Simone Carapia che dà la notizia della chiusura di due delle attività -. Senza i negozi non c'è socialità, bellezza e sicurezza. E' un problema grave perché le città sono una risorsa di inestimabile valore per tutti e chi governa si dovrebbe fare delle domande e non allargare le braccia in segno di resa o addirittura realizzare politiche che chiudono e mettono ostacoli alla frequentazione del centro. Dopo la liberalizzazione nel settore del commercio, è aumentata la vitalità, ma anche la mortalità. Più facile aprire, più facile chiudere. In tanti ci provano, molti non ce la fanno: il saldo però alla fine è negativo. Insomma, se ne vanno i 'vecchi' negozi storici come Cavallotti, ma a morire sono soprattutto i nuovi anche sul Santerno".

In città ormai esistono tanti, troppi, centri commerciali e stanno aumentando, come in tutto il Paese, le vendite on-line. Le luminarie di Natale e l'albero di piazza Matteotti, peraltro piuttosto "fredde" nei colori e poco vivaci, non aiutano quanto servirebbe.

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl

Cookie Policy
Informativa Privacy