La deducibilità dell'Imu per non creare “tasse sulle tasse”

Pubblicata il 8 gennaio 2018

Vai alla sezione Economia e Lavoro »

La deducibilità dell
Fra il 2011 e il 2016, secondo un'analisi condotta dall'Ufficio studi di Confartigianato su dati Istat, le entrate fiscali e contributive sono salite di 36.785 milioni, pari al +5,4%. Questo aumento, rilevato dal consuntivo delle entrate delle Amministrazioni pubbliche, è dovuto all'incremento di 11.037 milioni di euro di prelievo relativo a Imu e Tasi sugli immobili, pari ad un aumento del 119,2%. Nel 2011, inoltre, la tassazione sugli immobili pesava per il 2% delle entrate fiscali mentre, nei cinque anni presi in esame, ha determinato il 35% dell'aumento del prelievo fiscale.

Le unità catastali relative a immobili produttivi di imprese risultano 4.353.371 e, tenendo conto di un'aliquota media nazionale di quasi il 10 per mille, hanno portato a un prelievo di Imu e Tasi pari a 8.802 milioni di euro.

Uno dei problemi più seri legati a questa tassazione è quello della deducibilità dell'Imu, uno dei provvedimenti richiesti a gran voce da Confartigianato, come monito rivolto al Governo e al Parlamento per ricordare che le imprese, di qualsiasi dimensione esse siano, sono i cardini produttivi del nostro Paese. La mancata applicazione del dispositivo proposto, infatti, mantiene un iniquo prelievo fiscale sulle imprese, generando l'effetto perverso di creare tasse sulle tasse. Infatti l'Imu è deducibile solo al 20% dal reddito d'impresa ed è completamente indeducibile dalla base imponibile Irap, rientrando così nel computo per la tassazione sull'impresa imposta dalle regioni.

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl