Cambiavento

Mirella Collina nuova segretaria "di mediazione" della Cgil

Pubblicata il 12 gennaio 2018

Vai alla sezione Economia e Lavoro »

Mirella Collina nuova segretaria "di mediazione" della Cgil
Imola. Il suo nome era apparso subito come quello più probabile per sostituire Paolo Stefani, dimessosi lo scorso ottobre da segretario della Cgil per non sottostare al fuoco incrociato da una parte della Fiom, che lo voleva più duro verso il Pd a trazione renziana, e dall'altra dello Spi che lo voleva più vicino al Pd sia a livello nazionale sia locale.
Così, dopo un lungo tribolato percorso, Mirella Collina è stata eletta a capo della Camera del lavoro il 12 gennaio a voto segreto dall'Assemblea generale alla presenza del segretario generale della Cgil Emilia Romagna, Luigi Giove, e di Pietro Bellucci e Lucio Saltini della segreteria regionale, ricevendo 44 voti favorevoli su 66 votanti dei 70 aventi diritto che compongono l'Assemblea generale (4 componenti erano assenti giustificati) con 17 voti contrari e 5 astenuti. Insomma, una segretaria di mediazione fra le due anime fondamentali che ha lasciato diversi mal di pancia, ma ha reso felice il potente Spi, suo grande sponsor col segretario Sauro Dal Pane.

Mirella Collina, 54 anni, diplomata, ha iniziato la sua attività sindacale nel 1994 come delegata dell'Azienda Usl di Imola. Entrata nel 2001 in distacco sindacale nella Funzione Pubblica imolese, nel 2004 ne è diventata la Segretaria generale. Alla scadenza del mandato, trascorsi 8 anni alla guida della Fp, nel 2013 è stata eletta segretaria generale della Flc (Scuola) ed è entrata a far parte della Segreteria confederale, a cui dal 2016 si è dedicata a tempo pieno occupandosi di welfare, sanità, bilanci comunali, pari opportunità, formazione, mercato del lavoro.

"La responsabilità e la solidarietà dei compagni hanno permesso alla nostra Camera del lavoro di continuare negli anni il suo lavoro di difesa dei diritti individuali e collettivi e di tutela delle persone che quotidianamente si rivolgono a noi – ha dichiarato la neoeletta segretaria generale della Cgil -. Definiremo un progetto comune, a cui vorrei contribuissero tutti i segretari di categoria e i responsabili dei servizi, in termini di proposte e iniziative, per ricompattare la nostra organizzazione e renderla ancora più incisiva in un contesto generale che resta complicato e che pesa sulla situazione di molte famiglie. Quest'anno, inoltre, ci attendono alcuni appuntamenti importanti, a partire dalle elezioni delle Rsu nel Pubblico impiego e Scuola ad aprile e l'avvio del percorso congressuale che definirà le linee programmatiche e il futuro della nostra organizzazione, un'occasione di confronto e discussione costruttiva". L'altro grande argomento che resta sullo sfondo è quello dell'autonomia della Cgil imolese nell'ambito della Città metropolitana.

(m.m.)

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl