Discarica Tre Monti chiusa, commenti opposti di Pd e "Vediamoci chiaro"

Pubblicata il 12 gennaio 2018

Vai alla sezione Politica »

Discarica Tre Monti chiusa, commenti opposti di Pd e "Vediamoci chiaro"
Imola. Arrivano i primi commenti dopo la sentenza del Tar regionale che blocca la sopraelevazione della discarica Tre Monti e mette una seria ipoteca sull'ampliamento. I consiglieri regionali del Pd Roberto Poli e Francesca Marchetti dichiarano che "i rilievi mossi dal Tar regionale sulla discarica Tre Monti di Imola, riguardano un vizio di mera forma, tanto che la Regione sta già valutando i necessari provvedimenti da adottare per superare le criticità. Come ci ha confermato anche l'assessore regionale all'ambiente Paola Gazzolo, la sentenza non mette assolutamente in discussione la valenza del progetto e neppure avanza riserve sulle valutazioni ambientali presentate. Il nostro sistema regionale è autosufficiente e per ciò che riguarda il nostro territorio abbiamo un sito strategico che funzionerà ancora per qualche anno, esattamente come previsto dal Piano Regionale. Ora si faccia presto ad adeguare i documenti alla sentenza perché su temi così delicati e sui quali qualcuno non risparmia strumentalizzazioni, c'è bisogno di estrema chiarezza, trasparenza e velocità”.

Di tutt'altro segno le valutazioni della portavoce del comitato "Vediamoci chiaro" Cinzia Morsiani: "Con la sentenza del tar ha trionfato la legalità confermando quanto stiamo dicendo da due anni. La discarica Tre Monti non ha le autorizzazioni necessarie per poter essere sopraelevata. Quindi gli errori non sono banali vizi di forma ma un ben più pesante e strutturale difetto di istruttoria, sia sotto il profilo formale della mancata e corretta valutazione del parere del Minact sia per non aver fatto correttamente la Valutazione di Impatto Ambientale. A differenza di quanto dichiarato dall'assessore regionale all'Ambiente Paola Gazzolo ribadiamo fortemente le gravi carenze nella valutazione dell'inquinamento della discarica nelle molteplici matrici sia all'interno che all'esterno del perimetro, compresa una corretta valutazione di impatto sanitario. Quindi non solo ripartire da zero, ma fare retromaricia e iniziare a recuperare parole come indagini, bonifica, analisi e danni".

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl