Cambiavento

Contributi per le spese dei disabili che si devono spostare per lavorare

Pubblicata il 13 gennaio 2018

Vai alla sezione Solidarietà »

Contributi per le spese dei disabili che si devono spostare per lavorare
Imola. Notizie importanti per le persone disabili che vivono nel circondario con contratti di lavoro in essere almeno dal 2017. La direttrice dell'Asp Stefania Dazzani informa che che è stato emesso l'avviso per la raccolta delle domande di accesso ai fondi per facilitare la mobilità casa-lavoro dei lavoratori disabili messi a disposizione dalla Regione Emilia Romagna nell'ambito del Piano 2017 della programmazione delle risorse del Fondo regionale disabili. La raccolta delle domande è effettuata dall'Asp tramite gli Sportelli sociali fino al 15 febbraio.

E' la prima volta che l'accesso a questa tipologia di contributi viene gestita a livello locale, perchè prima vi provvedeva la Provincia. Le risorse complessivamente a disposizione dell'ambito circondariale ammontaano a 33.699 euro.

Possono presentare domanda i lavoratori disabili residenti nel territorio del circondario, inseriti nel lavoro mediante “collocamento mirato” (legge n.68/99) ed assunti, con contratto a tempo indeterminato o determinato per almeno 12 mesi, anche alla luce della previgente normativa in materia (legge n.482/68) purchè il rapporto permanga senza soluzione di continuità, che hanno difficoltà oggettive e/o soggettive a raggiungere il luogo di lavoro. L'assunzione deve risultare avvenuta nel 2017 o anni precedenti. Per ciascuna richiesta di contributo verrà rimborsato unicamente l'importo delle spese documentate sostenute nel 2017 per favorire la mobilità casa-lavoro fino ad un massimo di 3.000 euro per ciascun disabile riconosciuto come destinatario degli interventi.

La documentazione in base alla quale verrà determinata l'entità del contributo concedibile potrà riferirsi: al pagamento di strumenti/iniziative utili al raggiungimento dell'autonomia logistica negli spostamenti casa-lavoro (taxi o di trasporto personalizzato, car-sharing, car-pooling, etc.);
all'acquisto o modifica di veicoli adattati (quadri cicli, carrozzine elettriche, etc.); all'utilizzo del veicolo personale e/o familiare. In questo caso verrà rimborsato un importo forfettario calcolato in € 0,70 per Km di effettiva distanza tra l'abitazione e il luogo di lavoro del beneficiari. In presenza di un numero di richieste ammissibili superiore alle risorse disponibili, l'importo del contributo unitario assegnabile potrà essere ridotto in misura proporzionale, al fine di soddisfare tutte le richieste.

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl