Cambiavento

"Imola più" organizza un incontro con dirigenti Ausl, inopportuno per Forza Italia

Pubblicata il 18 gennaio 2018

Vai alla sezione Salute »

Imola più
Imola. Alcuni dirigenti e medici competenti dell'Ausl parteciperanno e interverranno a un convegno dal titolo “Sanità e ospedale, presente e futuro” il 19 gennaio al centro sociale "La Stalla", organizzato da una lista civica, "Imola più" (raccoglie parte del mondo di Cielle) che si presenterà alle elezioni amministrative del prossimo maggio alleata quasi certamente al Pd. Che sia opportuno? Sicuramente no secondo i consiglieri di Forza Italia, rispettivamente regionale e imolese, Galeazzo Bignami e Nicolas Vacchi, che hanno presentato interrogazioni sul tema.

"A tale incontro - ricordano Bignami e Vacchi -, interverranno la responsabile screening radiologico per le malattie del seno, il direttore dell'Unità operativa semplice di Geriatria e il responsabile della Chirurgia d'urgenza (il consigliere uscente Romano Linguerri) il quale interverrà anche come capolista della lista civica 'Imola più'. Nutriamo dubbi e perplessità in relazione all'opportunità che figure dirigenziali o con compiti di responsabilità di un'Azienda sanitaria si prestino a comparire in un evento che sembra essere volto a un allargamento del consenso per la lista 'Imola più' in vista delle amministrative di Imola. Se da un lato è indubbia la libertà dei professionisti di poter aderire o meno a simili iniziative in qualità di privati cittadini, altra cosa è presenziare a eventi politici in qualità di responsabili o direttori di unità operative di un'azienda sanitaria che dovrebbe essere autonoma e super partes. In tal caso si correrebbe il rischio di attribuire all'Azienda sanitaria una preferenza di carattere politico nei confronti di una specifica lista civica. O in campagna elettorale si impedisce lo svolgimento di simili iniziative o è da intendersi che dirigenti e responsabili dell'Ausl possano essere chiamati a presenziare e relazionare in qualunque evento politico di qualsivoglia partito in nome della par condicio”.

Davanti all'attacco dei due azzurri, Linguerri non si scompone: "I medici invitati non interverranno come responsabili dell'Ausl, ma a titolo personale. Poi, è chiaro che nel volantino di presentazione abbiamo scritto chi sono e quali ruoli hanno per venire a illustrare dati importanti per approfondire un tema fondamentale quale la sanità in un momento di aumento della popolazione anziana. Ciò non vuol certo dire che i professionisti che interverranno voteranno per 'Imola più'. Dai dati che illustreranno, nei prossimi mesi allora sì che come lista politica faremo dei ragionamenti fra di noi. Bignami e Vacchi mi sembrano incompetenti sul tema e si attaccano a formalismi. Inoltre, sono state fatte le verifiche necessarie con la direzione generale dell'Ausl per chiarire che non ci fossero controindicazioni (dall'Ausl, interpellata, non è arrivata alcuna risposta, ndr". Da tali parole, non si capisce se Linguerri abbia agito in buona fede o abbia fatto un po' il furbo.

Sicuramente Forza Italia e Imola più, che si presenteranno alle elezioni amministrative in coalizioni diverse, tenteranno di "pescare" in parte nello stesso elettorato cattolico di centrodestra. E hanno già cominciato a disputarselo.

(m.m.)

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl