Cambiavento

E-cig: come usare gli aromi per la sigaretta elettronica in modo sicuro

Pubblicata il 31 gennaio 2018

Vai alla sezione Speciali »

E-cig: come usare gli aromi per la sigaretta elettronica in modo sicuro
Le sigarette elettroniche sembravano avere tutte le carte in regola per essere una semplice moda passeggera. Invece, dopo il loro debutto sul mercato italiano - avvenuto nel lontano 2006 (anche se il vero successo è arrivato solo sei anni più tardi) - le e-cig hanno conquistato una quota sempre maggiore di fumatori, convincendo oltre un milione di tabagisti italiani a passare al "fumo elettronico".

Il dibattito sulla salubrità e sull'efficacia delle e-cig come strumenti di supporto nella lotta al vizio del fumo è ancora acceso: da un lato, vari studi scientifici hanno dimostrato come la concentrazione di sostanze potenzialmente nocive nel vapore delle sigarette elettroniche sia di molto inferiore a quella prodotta dalla combustione del tabacco; dall'altro, medici e ricercatori sottolineano come "poco dannoso" non equivalga a "salubre", sconsigliando l'uso di questo dispositivo negli ambienti chiusi e in presenza di bambini, anziani e donne in gravidanza.

Parte del successo delle e-cig è senza dubbio legato al ricco ventaglio di aromi già pronti, oppure da preparare mixando le proprie essenze preferite, disponibili in commercio: dai semplici profumi fruttati, come fragola, arancia, limone, a quelli più originali e sfiziosi, come cioccolato, caramello o cannella, le possibilità sono davvero infinite.

Preparare da sé le miscele dei liquidi di ricarica delle e-cig consente di risparmiare sull'acquisto di questi prodotti e di dare sfogo alla propria fantasia ideando gusti sempre nuovi oppure ispirandosi alle "ricette" presenti online. Tuttavia, per usare gli aromi per la sigaretta elettronica in modo sicuro occorre fare molta attenzione alla scelta delle materie prime e conoscere caratteristiche e corretti dosaggi delle sostanze impiegate.

Liquidi e-cig fai-da-te: di cosa abbiamo bisogno
Negli store dedicati alla vendita di sigarette elettroniche e ricariche e negli e-shop presenti online è possibile reperire tutto il necessario per preparare da sé gli aromi per l'e-cig.
Nell'ordine, avremo bisogno di:
• il composto che funge da base neutra
• l'aroma concentrato per e-cig (o gli aromi concentrati)
• un piccolo flacone vuoto
• una pipetta in plastica o una siringa graduata

La base neutra, in genere, è rappresentata da una miscela di due composti: il glicole propilenico (spesso abbreviato in GP) e la glicerina vegetale (GV). Le due sostanze possono essere presenti in proporzioni variabili, conferendo al liquido per l'e-cig caratteristiche diverse (a livello di proprietà organolettiche e quantità di vapore prodotto).

In commercio, è possibile trovare basi neutre con composizione 50/50 (50% GP e 50% GV), ma anche 60/40 o 70/30. Inoltre, i due composti possono anche essere acquistati singolarmente.
Molti dei marchi più diffusi propongono basi neutre già pronte con concentrazioni di nicotina variabili da 0 a 12 mg/ml.

Gli aromi concentrati sono i composti profumati che, addizionati alla base neutra, donano al liquido per l'e-cig la fragranza desiderata. Solitamente sono venduti in piccoli flaconi da 10 ml ed accompagnati da istruzioni che ne specificano la percentuale di diluizione consigliata.
Ovviamente, non devono mai essere utilizzati alla concentrazione di partenza.
È importante affidarsi solo a rivenditori autorizzati, scegliendo i marchi maggiormente diffusi e accertandosi che i composti acquistati provengano da paesi appartenenti alla Comunità europea: questo requisito garantisce che basi ed aromi siano stati prodotti nel rispetto di tutte le normative imposte dalla CE.

Come diluire gli aromi per le e-cig
Di seguito, illustriamo la semplice procedura per la preparazione del liquido per le e-cig a partire dalla base neutra e dagli aromi concentrati. Per una descrizione dettagliata dello stesso processo a partire dai composti base (glicole propilenico, glicerina vegetale, soluzione di nicotina, ecc.) rimandiamo invece a questo approfondimento sulla preparazione dei liquidi per sigaretta elettronica.

Come determinare le dosi
In commercio, troviamo aromi semplici (caratterizzati da un'unica fragranza, ad esempio, menta) e complessi (corrispondenti ad un vero e proprio bouquet).
Sulla confezione del prodotto, è sempre riportata una diluizione di utilizzo. Poniamo di aver scelto un aroma concentrato alla menta, che indica una concentrazione finale di utilizzo pari al 5%. Ciò vuol dire che in 100 ml di liquido e-cig, dovranno essere presenti circa 5 ml di aroma.

Poniamo di voler preparare 30 ml di liquido. Per calcolare la quantità di aroma necessaria è sufficiente ricorrere ad una semplice proporzione.
                                                            5 ml : 100 ml = x : 30 ml
Dunque, la quantità incognita sarà pari a
                                                      x = 5 ml x 30 ml / 100 ml = 1,5 ml

Come procedere alla diluizione
Per procedere con la diluizione, occorrerà semplicemente unire all'interno del flaconcino vuoto (da 30 ml) la quantità calcolata di aroma (in questo caso 1,5 ml) e "portare a volume" con la base neutra (ovvero, aggiungerne 28,5 ml).

Per misurare le quantità di ciascun composto abbiamo a disposizione due metodi: uno più rapido, ma meno preciso, ed uno leggermente più macchinoso, ma perfetto per evitare possibili errori.

Metodo 1
Il primo metodo si basa semplicemente sull'impiego del contagocce normalmente fornito con il flaconcino dell'aroma concentrato. 1 ml equivale a circa 40 gocce, per cui, per aggiungere 1,5 ml di aroma nel flacone vuoto basterà contare 60 gocce (1,5 ml x 40).
A questo punto, procederemo riempendo il flaconcino con la base neutra.

Metodo 2
Il secondo metodo richiede l'impiego di piccoli strumenti graduati, come una siringa oppure una pipetta in plastica. Onde evitare contaminazioni dei composti impiegati, avremo bisogno di due pipette (o due siringhe) pulite.

Con un po' di attenzione, procederemo prelevando prima 1,5 ml di aroma concentrato. Dopo averli aggiunti nel flacone vuoto, passeremo ai 28,5 ml di base neutra.

Indipendentemente dal metodo seguito, una volta uniti i due composti ricordiamo sempre di agitare delicatamente il flacone per favorirne la mescita.

Gli aromi per la sigaretta elettronica possono prevedere un periodo di "maturazione", in genere di qualche giorno, che consente al composto di amalgamarsi correttamente con la base e di acquisire la fragranza finale desiderata.

Online è possibile trovare interi forum dedicati allo scambio di ricette per i liquidi e-cig, con tanto di dosaggi calcolati al millilitro per ciascun aroma utilizzato: un fenomeno senza dubbio curioso, ma che dimostra chiaramente come la passione per il "vaping" sia ormai diffusa a livello mondiale.

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl