Fertilità e la promozione della salute sessuale, un servizio per i giovani adulti

Pubblicata il 12 febbraio 2018

Vai alla sezione Salute »

Fertilità e la promozione della salute sessuale, un servizio per i giovani adulti
Imola. “Spazio Giovani adulti” è il nome del nuovo servizio specifico per chi ha tra 20 e i 34 anni. Prendersi cura della propria salute sessuale e riproduttiva fin dalla più giovane età, negli spazi giusti e nei tempi dedicati e, soprattutto, con personale opportunamente formato. Questo l'obiettivo del servizio che recepisce la delibera regionale 1722/2017, "Indicazioni operative alle aziende sanitarie per la preservazione della fertilità e la promozione della salute sessuale, relazionale e riproduttiva degli adolescenti e giovani adulti". In questo modo si rafforza lo Spazio Giovani, dedicato ai ragazzi dai 14 ai 19 anni ed ad attività di educazione alla salute che coinvolgono anche bambine/i della scuola dell'infanzia e primaria e ragazze/i delle scuole secondarie di primo e secondo grado ed adulti di riferimento; dall'altra istituisce e dedica uno spazio specifico ai giovani adulti dai 20 ai 34 anni, ad accesso diretto e senza impegnativa del medico.

“Lo Spazio Giovani adulti - illustra la responsabile del Consultorio familiare di Imola, dottoressa Mariagrazia Saccotelli - è pensato per fornire gli strumenti per una pianificazione familiare consapevole, informare i cittadini sull'evoluzione della loro fertilità e promuovere attivamente stili di vita sani a favore della protezione della salute riproduttiva”.

Tra gli obiettivi anche quelli di prevenire gravidanze inaspettate e malattie sessualmente trasmissibili. Per questo la Regione Emilia Romagna ha previsto, tra l'altro, la possibilità di erogare gratuitamente contraccettivi (ormonali, impianti sottocutanei, dispositivi intrauterini, contraccezione d'emergenza e preservativi femminili e maschili) a tutte le donne e uomini di età inferiore ai 26 anni e alle donne di età compresa tra i 26 e i 45 anni con esenzione E02 (disoccupazione) o E99 (lavoratrici colpite dalla crisi) nei 24 mesi successivi ad una interruzione volontaria di gravidanza e nei 12 mesi successivi al parto. Per tutte queste categorie è anche prevista la gratuità della visita per la contraccezione e l'inserimento e rimozione dei dispositivi intrauterini e impianti sottocutanei che, negli altri casi, sono prestazioni sottoposte a compartecipazione alla spesa (ticket).

Il Consultorio familiare dell'Ausl di Imola attiverà il nuovo servizio “Giovani adulti” a partire dal 21 febbraio, ogni mercoledì dalle 17 alle 18 presso la sede consultoriale di Imola (Ospedale Vecchio, viale Amendola 8). Al primo accesso i ragazzi saranno accolti da un operatore formato che valuterà i loro bisogni e fisserà gli appuntamenti con i professionisti dell'équipe, composta da una ginecologa, una psicologa, un'ostetrica ed al bisogno un andrologo.

“Questo servizio consente di accedere ad un ambiente familiare e non giudicante, con la possibilità di essere inseriti in un percorso di informazione e formazione che promuova attivamente uno stile di vita sano ed informato sull'evoluzione della fertilità”.

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl