MotoGp, si accendono i semafori: chi fermerà Marquez?

Pubblicata il 21 febbraio 2018

Vai alla sezione Sport »

MotoGp, si accendono i semafori: chi fermerà Marquez?
Qualche mese fa, a 24 anni, Marc Marquez si è laureato Campione del Mondo per la 6ª volta. Lo spagnolo è destinato a fare la storia di questo sport, viste le sue capacità, ormai comprovate solidamente, al volante di una moto.

Il finale dello scorso Motomondiale, però, ha dimostrato che contrastare Marquez è possibile e a farlo è stata la Ducati di Andrea Dovizioso. La vittoria iridata per il fenomeno di Cervera è arrivata, infatti, soltanto all'ultima gara di Valencia, quando, per cercare di mantenere il primo posto, Marquez si è preso un rischio e per poco non ha perso il controllo della sua Honda, cadendo. Il tutto a riprova di una Ducati ritrovata ma soprattutto della rinascita psicologica e tecnica di Andrea Dovizioso mai come adesso a suo agio sulla motocicletta di Borgo Panigiale. Il mondiale ripartirà sicuramente dalla lotta tra loro due, senza dimenticare gli altri super protagonisti.

Nella seconda parte della scorsa stagione, le grandi assenti sono state le Yamaha di Maverick Vinales e Valentino Rossi. Le moto hanno accusato dei problemi che hanno portato i due fuori dalla lotta per i primi posti. Il Mondiale del 2018 vedrà sicuramente il ritorno alla competizione delle Yamaha ufficiali con Valentino Rossi in prima fila, nonostante le difficoltà che stanno riscontrando nei primi test stagionali. Il fuoriclasse di Tavulia, che il 17 febbraio spegnerà 39 candeline, ha un sogno: il 10° mondiale. Valentino ha sfiorato l'iride due anni fa, quando la querelle con Marquez e Lorenzo gli costò la vittoria finale, ma quest'anno vorrà assolutamente competere fino alla fine. Rossi è già il pilota ad aver vinto più mondiali in Motogp (ben 6), ma punta a diventare il terzo nella storia a raggiungere i 10 titoli: sopra di lui ci sono, in questo momento, solo Agostini, a quota 15, e Angel Nieto, che ne ha conquistati 13.

Da non sottovalutare, ovviamente, il compagno di squadra di Andrea Dovizioso. Jorge Lorenzo, infatti, dopo il primo anno di apprendistato alla guida della moto italiana, ha tutte le carte in regola per mettersi a giocare seriamente per vincere un mondiale alla guida di una moto italiana, che manca dai tempi di Casey Stoner. Attenzione anche a Johann Zarco, francese della Yahama Tech 3, che lo scorso anno, proveniente dalla Moto 2, ha fatto molto bene, con ben 3 podi (2 secondi posti e un terzo posto).

I bookmakers vedono favoritissimo Marc Marquez, con una quota di 1.90. I più vicini a lui sono i piloti Ducati e Yahama: Lorenzo è pagato 6 volte la posta, mentre Vinales 7 volte, a completare un podio di favoriti completamente spagnolo. In seguito, due italiani: un'eventuale vittoria di Dovizioso o di Valentino Rossi è quotata a 8. La posta in palio si alza di molto se consideriamo gli altri piloti: Zarco e Pedrosa, infatti, sono pagati a 19, a dimostrazione del fatto che la battaglia per il titolo mondiale, molto probabilmente, non sarà per loro.

Insomma, siamo pronti per una nuova stagione di MotoGP, appassionante e roboante come sempre. Chi vincerà? Lo scopriremo soltanto a Valencia, il prossimo 18 novembre.

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl

Cookie Policy
Informativa Privacy