Circolazione sulle strade, le misure disposte dal prefetto per il "grande freddo"

Pubblicata il 25 febbraio 2018

Vai alla sezione Cronaca »

Misure di viabilità eccezionali disposte dal prefetto per il "grande freddo"
In relazione al previsto peggioramento del quadro meteorologico che porterà, dalla serata di domenica 25 febbraio un consistente abbassamento delle temperature, fenomeni nevosi e gelate sul territorio della regione Emilia Romagna, il Prefetto di Bologna Matteo Piantedosi ha disposto in via precauzionale il divieto di circolazione dei veicoli commerciali con massa superiore a 7,5 tonnellate , ivi compreso il transito dei trasporti e veicoli eccezionali, sull'intero sistema viario della Provincia di Bologna (autostrade, strade statali e provinciali) dalle 22 di domenica 25 febbraio fino a cessata esigenza e comunque salvo rivalutazione sulla base del costante monitoraggio in relazione all'evolversi del fenomeno.

Il provvedimento è stato adottato sulla base dell'avviso di condizioni meteorologiche avverse diramato in data 22 febbraio dal Dipartimento della Protezione Civile circa la previsione di precipitazioni a carattere nevoso che nei prossimi giorni interesseranno anche a quote di pianura diffuse macroaree della Penisola con brusco calo delle temperature e valori prossimi allo zero termico" , avviso il cui contenuto è ribadito anche nelle ultime previsioni Arpa che confermano a partire da domenica notte e per 24/48 ore l'eccezionale calo termico e la possibilità di gelate .

Un quadro questo che rende estremamente concreta la possibilità che le condizioni di circolazione sulla rete stradale ordinaria, secondaria e autostradale possano diventare molto difficili - con elevato rischio di incidenti stradali gravi e difficoltà per il transito dei veicoli di soccorso - proprio per la presenza di ghiaccio contro il quale - hanno spiegato i Responsabili di Autostrade per l'Italia e ANAS presenti in Comitato Operativo Viabilità (COV) - i tradizionali interventi di "salatura" possono risultare inefficaci.

Il divieto di circolazione è stato disposto fino a cessate esigenze. La Prefettura continuerà pertanto a tenere costantemente monitorata la situazione per poter intervenire tempestivamente sui contenuti del provvedimento qualora il quadro meteorologico dovesse modificarsi.

"La decisione di adottare il provvedimento fin dal 25 febbraio sera - spiega il Prefetto Piantedosi - risponde a una esigenza di massima precauzione. Informare con largo anticipo i possibili utenti è utile a scongiurare la possibilità che i mezzi restino bloccati sulle arterie di accesso alla rete viaria o all'interno della stessa. Uno scenario che si presenterebbe fortemente critico nella gestione in considerazione del rischio di incidenti stradali gravi e difficoltà per il transito dei mezzi di soccorso.".

Sono esclusi dal presente divieto:  gli automezzi che trasportano derrate alimentari deperibili in regime ATP, altri prodotti deperibili (ad esempio, frutta ed ortaggi freschi; carni e pesci freschi; fiori recisi; animali vivi destinati alla macellazione o provenienti dall'estero, nonché i sottoprodotti derivanti dalla macellazione degli stessi; pulcini destinati all'allevamento; latticini freschi; derivati del latte freschi; semi vitali); se già autorizzati dalla Prefettura competente, gli automezzi che trasportano prodotti deperibili diversi dalle tipologie già elencate, nonché i trasporti di assoluta e comprovata necessità ed urgenza, compreso il trasporto legato alle lavorazioni a ciclo continuo ed i trasporti di persone; i veicoli adibiti a pubblico servizio per interventi urgenti e di emergenza o che trasportano materiale ed attrezzi occorrenti a tale fine e quelli utilizzati dagli enti proprietari o concessionari di strade per motivi urgenti di servizio. Anche per i veicoli esclusi dal divieto il Prefetto di Bologna raccomanda, comunque, la massima prudenza.

Si consiglia di mettersi in viaggio solo se necessario e di programmare le partenze ben informati, evitando ove possibile il viaggio sulle tratte e nelle fasce orarie interessate dalle nevicate più intense e considerando comunque tempi di percorrenza superiori alla norma, per effetto delle precipitazioni, dell'azione dei mezzi antineve (che operano a 40 km/h) e del traffico stesso. E' buona norma iniziare il viaggio solo dopo aver controllato la piena efficienza del veicolo, con il pieno di carburante e qualche genere di prima necessità, soprattutto se si viaggia con bambini. Verificare la disponibilità a bordo e la piena funzionalità delle dotazioni di legge (giubbini rifrangenti; triangolo, catene da neve o pneumatici invernali in buone condizioni). A tale riguardo si rammenta che sono consigliati sempre l'uso di pneumatici invernali in luogo delle catene, più sicuri e adatti al transito su strade e autostrade in condizioni di fondo innevato; se si dispone solo delle catene, evitare assolutamente di montarle o smontarle lungo le corsie di emergenza o di marcia o all'interno delle gallerie per evitare gravi rischi per la sicurezza delle persone e intralcio ai mezzi antineve (l'operazione è consentita solo in area di servizio e di parcheggio).

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl

Cookie Policy
Informativa Privacy