Discarica di Imola: "Vediamoci chiaro" annuncia battaglia

Pubblicata il 9 marzo 2018

Vai alla sezione Politica »

Discarica di Imola: "Vediamoci chiaro" annuncia battaglia
Bologna. Dopo l'ufficialità del ricorso della Regione Emilia-Romagna contro la decisione del Tar Emilia Romagna di bloccare il progetto di sollevazione della discarica Tre Monti di Imola, non si fa attendere il comunicato del comitato “Vediamoci chiaro”. “Abbiamo sperato che la Regione alla fine fosse dalla nostra parte, dalla parte dei cittadini e ancor di più dalla parte della legalità, ma l'illusione è durata poco, giusto il tempo del silenzio elettorale per non ostacolare la corsa a Roma dei vari Manca e Gazzolo & Co… La Regione, che ha spalleggiato fino ad ora Hera a costo di sfidare le sue stesse norme, che si è dimenticata la ragione stessa della sua nobile esistenza, non ha fatto nessun passo indietro ed ha deciso contro ogni buonsenso istituzionale di andare contro la forte e chiara sentenza del Tar facendo ricorso al Consiglio di Stato. Con quali fondate motivazioni non si sa ancora”.

Un progetto di sopraelevazione (incluso il suo progetto di ampliamento) che secondo il Comitato “è palesemente contro le leggi nazionali ed europee, ma la Regione vuole giocare in modo 'temerario' e a tutti i costi continuare ad assecondare, chissà perché, i proponenti Herambiente e Conami connotandosi ai nostri occhi sempre più come un 'sistema decisionale lobbystico a sè' e non come un ente di garanzia cui rivolgersi per chiedere il rispetto dei diritti dei cittadini. Questa decisione da un lato ci rattrista profondamente (eticamente) ma dall'altro ha ulteriormente dato impulso a tutta la nostra forte volontà di 'vederci chiaro' in una questione molto complessa e davvero poco chiara da tanti punti di vista”.

Intanto è imminente anche la decisione in merito al progetto di ampliamento per ulteriori 1.125.000 tonnellate, “una assoluta follia visti i gravi problemi del sito attuale e visto il mosaico economico, civile e ambientale presente. Il sospetto è che non ci siano i fondi di accantonamento previsti per legge per chiudere la discarica, soldi che il proprietario (Conami) avrebbe dovuto (deve per legge) accantonare sotto un attento controllo del Comune, e che, quindi, la soluzione prevista sia andare avanti a prendere e sotterrare i rifiuti speciali da tutta Italia per fare cassa. Il nostro paesaggio, ambiente e salute, ringraziano”.

Il Comitato annuncia una dura battaglia contro queste decisioni: “Non ci fermeremo qui, anzi scaveremo ancora più a fondo e su più fronti, cosa del resto che abbiamo già iniziato a fare da tempo perché se è vero che speravamo nella correttezza istituzionale è anche vero che non ci fidiamo più: per cui la Regione e il Comune si aspettino una battaglia da parte nostra sempre più dura, ovviamente sempre entro i confini di quanto la legge consente”.

Il comitato “Vediamoci chiaro” ha da oltre due anni depositato in Procura e presso gli enti collegati vari dossier dal profilo penale rilevante. “Sia cristallino per tutti: la giustizia amministrativa (Tar e Consiglio di Stato) sono solo un filone delle nostre azioni e forse nemmeno il più importante. Non mancano al Comitato e a tantissimi cittadini di Imola e non solo, volontà e risorse per arrivare fino in fondo. Entreremo attivamente anche nel dibattito politico (non partitico) delle imminenti elezioni comunali per far valere i diritti trasversali di tutela all'ambiente e alla salute, evidentemente dimenticati da chi ci sta governando, personaggi non certo all'altezza di questo delicato ruolo di responsabilità”.

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl