Laboratorio di Vetrano e Randisi dedicato al tema del ritorno

Pubblicata il 13 marzo 2018

Vai alla sezione Cultura & Spettacoli »

Stefanio Randisi ed Enzo Vetrano
Imola. Nostoi per i greci sono i viaggi per tornare in patria dopo un'esperienza lunga e lacerante, in particolare dopo una guerra sofferta e dolorosa. L'Odissea è da considerarsi il nostos per eccellenza e al capolavoro di Omero farà riferimento esplicito il nuovo laboratorio condotto da Enzo Vetrano e Stefano Randisi a partire dal prossimo 6 aprile. Saranno loro stessi a presentarlo domenica 18 marzo alle 18 al Teatro Lolli di Imola (via Caterina Sforza 3). L'incontro di presentazione è rivolto al pubblico e ai giornalisti e il laboratorio si concluderà con la messa in scena di spettacoli al Parco dell'Osservanza di Imola e in altri luoghi del Circondario nel mese di giugno.

Il ritorno, un topos della letteratura e dell'arte, affrontato come sogno agognato, un miraggio che appare a volte irraggiungibile dopo un'esperienza che ha segnato profonde mutazioni nella percezione dell'esistenza e dei valori ad essa connessi. Il nostos è inteso anche in senso metaforico, come recupero delle origini, come tentativo di rivisitazione o riconquista dei valori prima ripudiati. Il laboratorio Ritorni/Nostoi si prefigura dunque come un viaggio teatrale attraverso miti, leggende, racconti che le diverse culture hanno creato nel passato e continuano a creare nel presente, in un gioco di trasmissione e contaminazione tra epoche e Paesi. Incontro dopo incontro, grazie alle sollecitazioni emotive date dai conduttori del laboratorio, i partecipanti saranno chiamati a dare un contributo di immaginazione, fantasia, riflessione. Pagine di letture appassionate, versi, canzoni e ritmi, assieme a ricordi personali di momenti vissuti o sognati, diventeranno la materia da cui prenderanno forma gli spettacoli. I laboratori di Enzo Vetrano e Stefano Randisi consentono di entrare attivamente in un processo creativo complesso e flessibile dove ciascuna individualità si esprime in armonia e in ascolto degli altri.

Il progetto è organizzato dall'associazione Acqua di terra / Terra di luna con la collaborazione di Renato Sartiani e Giuliana Zanelli, con il contributo della Città di Imola, Sponsor Con.Ami.

Il laboratorio si terrà ogni lunedì e venerdì alle ore 20.30 al Teatro Lolli di Imola. La partecipazione al laboratorio è gratuita, non richiede esperienze teatrali precedenti ed è aperta a giovani e meno giovani che vogliano misurarsi in un “gioco” serio e appassionante come il teatro. Fondamentale è principalmente la continuità della presenza.
Nel corso della presentazione e conferenza stampa verrà data più ampia illustrazione delle modalità e dei tempi del laboratorio e verrà data risposta alle domande di giornalisti e cittadini. Ai presenti sarà possibile aderire fin da subito. In seguito le iscrizioni saranno effettuabili on line inviando una e-mail.

Partner artistico e amministrativo dell'iniziativa à la cooperativa "Le tre corde", mentre come gli scorsi anni il essa si avvarrà del supporto tecnico e logistico di Tilt (Trasgressivo Imola laboratorio teatro) le cui finalità sono di promuovere le pratiche teatrali come occasione di dialogo interpersonale e di superamento del disagio nella relazione con gli altri.

Per informazioni: www.facebook.com/acquaditerraterradiluna - www.tiltonline.org.

(v.g.)

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl

Cookie Policy
Informativa Privacy