Al via ai tirocini Erasmus Plus

Pubblicata il 24 marzo 2018

Vai alla sezione Scuola e Formazione »

Al via ai tirocini Erasmus Plus
Faenza. “Cambiare la vita , aprire la mente”: questo è lo slogan che esprime il senso dell'iniziativa Erasmus Plus promossa da Educazione all'Europa e dalla Fondazione Dalle Fabbriche. Un programma che coinvolge, a partire da maggio 2018 fino a settembre 2019, almeno 320 studenti delle classi quarte e quinte del territorio provenienti dalle scuole superiori aderenti ai progetti, che partiranno alla volta di nazioni europee come la Francia, la Germania, il Regno Unito (anche l'Irlanda del Nord) e Malta per fare parte di un'esperienza di tirocinio della durata media di 5 settimane, assieme a 30 docenti che li accompagneranno e altri 60 insegnanti in mobilità per aggiornamento professionale.

Questa iniziativa costituisce un'importantissima opportunità di mobilità formativa, resa possibile grazie anche a due progetti realizzati con il contributo del Programma comunitario Erasmus Plus “Moving Youth Round Europe” e “Io penso Europeo”, rispettivamente promossi dalla Fondazione Giovanni Dalle Fabbriche (Faenza) e dal Centro Educazione all'Europa( Ravenna):entrambe le associazioni già da circa un decennio collaborano a stretto contatto per favorire lo sviluppo di azioni di mobilità europea e accompagnamento al lavoro dei giovani. Sarà invece la BCC ravennate, forlivese e imolese a co-finanziare (in qualità di partner territoriale della Fondazione Dalle Fabbriche) gli aspetti organizzativi e il piano di comunicazione di M.Y.Europe.

I due progetti coinvolgono rispettivamente 82 ragazzi (di cui 42 studenti selezionati per il primo progetto sopracitato provenienti dal distretto scolastico di Ravenna e dal Circondario Imolese) per scuole quali il “Ginanni”(Ravenna), il “Bucci”, l'”Oriani” e il “Persolino-Strocchi” di Faenza (come i precedenti due ), il Polo Tecnico-Professionale di Lugo e lo”Scarabelli-Ghini” di Imola, mentre il secondo progetto vedrà partire 79 studenti del distretto scolastico Ravennate, tra cui 39 studenti degli Istituti tecnici e professionali e 40 del polo liceale (del “Dante Alighieri” di Ravenna, del “Nervi-Severini”di Ravenna, il “Ricci- Curbastro” di Lugo e il “Torricelli-Ballardini di Faenza). Stanno rientrando invece 30 docenti che, nell'ambito di “Io Penso Europeo”hanno svolto esperienze di lavoro e aggiornamento in Regno Unito e Francia; qui si sono confrontati con il sistema francese dell'alternanza scuola-lavoro.

“Questo è un progetto che mira ai giovani come risorsa da valorizzare e sostenere. Vogliamo sempre più investire in risorse di questo tipo , sperando che poi - una volta rientrate dall'estero - possano applicare le competenze ivi acquisite nelle realtà aziendali del territorio, perché sono proprio queste le realtà che vogliamo incentivare, dando sempre uno sguardo all'Europa”,dichiara infine Edo Miserocchi, presidente della Fondazione.

Nella foto: da sx Tiziano Conti (vicepresidente della Fondazione), Carmen Olanda (direttrice del Centro Educazione all'Europa) e Edo Miserocchi (Presidente della Fondazione)

(Annalaura Matatia)

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl