Emilia Romagna ed e-commerce: le innovazioni di Poste Italiane

Pubblicata il 26 marzo 2018

Vai alla sezione Web & Media »

Emilia Romagna e e-commerce: le innovazioni di Poste Italiane
Il 2017 è stato un anno di forte crescita per gli acquisti online in Emilia Romagna. Nelle Province della Regione il numero di pacchi comprati su internet e consegnati da Poste Italiane è cresciuto in media più del 60%. Numeri importanti che sottolineano l'alto livello di alfabetizzazione digitale raggiunto dalla popolazione e il successo delle innovazioni dedicate all'e-commerce e alla consegna delle merci acquistate su internet da Poste Italiane, il più importante operatore logistico nazionale.

Tre le province in cui si sono registrati gli aumenti maggiori di consegne ci sono Forlì-Cesena, Modena e Ravenna. Modena è stata la provincia in cui è stato registrato l'incremento più elevato: +69% di consegne nel 2017 da parte di Poste Italiane e SDA, per un totale di oltre un milione di pacchi. Se Modena fa segnare il volume più elevato di pacchi e-commerce, Forlì-Cesena non è da meno con una crescita del 64% nel 2017, per un totale di oltre mezzo milione di pacchi. In provincia di Ravenna, infine, nei primi sei mesi dello scorso anno sono stati consegnati da Poste Italiane e SDA oltre 200mila pacchi da ordini su internet.

Territori, quelli di Ravenna, Forlì-Cesena, Modena e le altre province dell'Emilia-Romagna, che hanno usufruito delle recenti innovazioni introdotte da Poste Italiane relative alla riorganizzazione dei servizi, alla velocizzazione dei tempi di consegna e all'aumento delle opportunità per chi acquista su internet.

Già da tempo il maggior operatore del nostro Paese aveva deciso di puntare sul digitale e sull'e-commerce attraverso nuovi servizi. Tra questi spicca Crono Express (Crono Internazionale per le consegne all'estero), opzione che permette ai negozi online di spedire e consegnare i pacchi in 24-48 ore lavorative, garantisce il tracking della spedizione e stabilisce i costi sulla base del peso reale. Il passo successivo è arrivato con la possibilità di acquistare i servizi online attraverso Packlink.it, comparatore di tariffe e servizi dei corrieri espressi. Le tariffe Poste Italiane su Packlink sono disponibili a prezzo scontato e facilmente acquistabili online. Il corriere passa a ritirare la merce direttamente a domicilio, facilitando le operazioni e la logistica degli e-commerce.

Oltre che sulle consegne dei pacchi, Poste Italiane ha puntato su altri due settori legati alle vendite online. Uno è il miglioramento dell'efficienza delle proprie carte prepagate e dei propri portafogli elettronici, decisione che ha permesso alla Postepay di diventare il mezzo di pagamento scelto da un italiano su quattro per gli acquisti online. L'altro è l'evoluzione dei servizi di recapito, con la scelta di dotare i portalettere di palmare, stampante e Pos. Una innovazione che consente ai cittadini di ricevere pacchi direttamente presso la propria abitazione o sul luogo di lavoro.

Il cambiamento ha investito anche la struttura degli uffici postali. Sono stati introdotti i nuovi sportelli dedicati al ritiro dei pacchi inesitati acquistati su Internet ed è stata lanciata l'app Ufficio Postale: un programma con cui gli utenti possono seguire lo stato della spedizione, conoscere la filiale in cui il pacco è in deposito e prenotare, tramite ticket elettronico, il proprio turno all'ufficio (nel giorno corrente o in quello successivo all'arrivo della merce) per velocizzare il ritiro.

Innovazioni estremamente funzionali che hanno influito su un storico cambiamento di prospettiva nel nostro Paese: per la prima volta nel 2017 il valore degli acquisti dei prodotti su Internet ha superato quello dei servizi (dati Osservatorio e-commerce Politecnico di Milano). E Poste Italiane si è rivelata partner principale di questo cambiamento con 60 milioni di pacchi consegnati, il 43% in più rispetto al 2016.

Numeri che non fermano la voglia di continuare a innovare di Poste Italiane. Grazie a un nuovo accordo, a partire da quest'anno i pacchi verranno consegnati anche nel week-end. Una scelta che va incontro ai cittadini che scelgono quasi sempre il fine settimana per comprare su internet. Passi avanti verranno fatti anche nel campo dell'automazione e della digitalizzazione per rispondere alla velocità che richiede l'e-commerce.

E si continuerà a puntare su mobile payment e e-wallet digitali. Basti pensare che nel piano progettuale al 2022 i portafogli elettronici per smartphone di Poste Italiane dovrebbero passare dagli attuali 1,7 milioni di download a 6,5 milioni. Nei mercati digitali e all'estero i pagamenti tramite dispositivi mobile sono ormai una realtà affermata. L'azienda italiana vuole spingersi oltre: vuole integrare il digital wallet negli smartphone dei propri clienti. Una proposta estremamente innovativa che è già stata premiata dai mercati e che ha come obiettivo quello di offrire agli utenti soluzioni su misura e a portata di click.

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl

Cookie Policy
Informativa Privacy