Hera vuole un aumento del recupero energetico del biogas della discarica Tre Monti

Pubblicata il 29 marzo 2018

Vai alla sezione Ambiente »

Hera vuole un recupero energetico del biogas prodotto dalla discarica Tre Monti
Il piano industriale per il periodo 2017-2021 presentato il 29 marzo dai vertici di Hera  prevede investimenti per quasi 2,9 miliardi di euro, in aumento di circa 400 milioni rispetto al precedente, con una marcata prevalenza (70%) della filiera reti, che include anche gli impieghi destinati a interventi di ammodernamento e sviluppo delle infrastrutture, come l'installazione dei contatori elettronici, o l'estensione delle smart grid agli acquedotti per aumentarne l'efficienza e ridurre i consumi di energia e di materia.

Nel territorio imolese e faentino gli investimenti diretti al 2021 dovrebbero essere di circa 94 milioni complessivi, comprensivi dei 20,2 milioni sostenuti nel 2017; circa 22 milioni quelli già pianificati per l'anno in corso. La quota 2017-2021 sarà così ripartita: 38,1 milioni nel servizio idrico (reti, fognature, depurazione), 24,9 milioni nel settore gas e teleriscaldamento, 12,6 milioni nell'elettrico, 15,7 milioni nell'ambiente e infine 2,3 milioni per la centrale di cogenerazione di Imola.

Alcuni degli interventi più rilevanti nell'area di Imola-Faenza riguardano il settore idrico, in continuità con quanto fatto nel precedente quadriennio. Tra questi, si ricorda in particolare il potenziamento e ammodernamento completo del depuratore Santerno di Imola. Il progetto ha l'obiettivo di garantire lo sviluppo del territorio, il rispetto di limiti allo scarico più stringenti, l'applicazione di best practices finalizzate al miglioramento della performance energetica. Il progetto completo sarà attuato per lotti funzionali ed è da poco stato completato lo studio di fattibilità complessivo che dovrà essere sottoposto ad Atersir. L'importo complessivo di questo solo progetto sarà di un milione di euro.
Sempre su questo versante, un altro importante progetto riguarda la riorganizzazione e ottimizzazione del sistema idrico dei Comuni di Castel Bolognese, Riolo Terme, Solarolo, Bagnara di Romagna e Mordano, con l'obiettivo principale di potenziare il servizio per fronteggiare la ripresa dei consumi e le espansioni residenziali e industriali. Parallelamente verranno dismessi alcuni pozzi e impianti di potabilizzazione. In progetto prevede, tra le altre cose, la realizzazione di un nuovo potabilizzatore a Bubano e di una nuova rete acquedottistica da Bubano a Castel Bolognese. Gran parte delle opere civili del nuovo potabilizzatore verranno realizzate in un'unica soluzione, mentre la componente impiantistica di trattamento verrà installata per stralci successivi, in funzione dell'andamento della domanda idrica. La progettazione è terminata e il progetto è stato inviato ad Atersir per l'avvio della Conferenza dei Servizi e la successiva progettazione esecutiva.

Sull'ambiente, è in esecuzione un progetto del valore di 800mila euro per il potenziamento del recupero energetico del biogas prodotto dalla discarica Tre Monti, attualmente ferma dopo la sentenza del Tar in attesa del pronunciamento del Consiglio di Stato al quale ha fatto ricorso la Regione presieduta da Stefano Bonaccini del Pd. Nell'ultimo trimestre del 2017 è stato avviato il nuovo motore da 1,5 MWe, che si è aggiunto a quelli già esistenti: un motore da 0,625 MWe e due motori da 1,065 MWe ciascuno. Nel 2018 si prevedono interventi connessi alle manutenzioni programmate straordinarie su questi ultimi due motori.

Per quanto riguarda invece la distribuzione dell'energia elettrica, proseguirà il lavoro di manutenzione delle reti e delle cabine per garantire maggiore efficienza e solidità alla rete.

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl