“Prima dell'alba”, Malaguti presenta il suo libro

Pubblicata il 12 aprile 2018

Vai alla sezione Cultura & Spettacoli »

“Prima dell
Castel San Pietro Terme (Bo). “Prima dell'alba”, l'ultimo libro di Paolo Malaguti verrà presentato venerdì 13 aprile, ore 18.15, alla libreria Atlantide, terzo e ultimo appuntamento del ciclo di incontri “Novecento e dintorni”, dopo quelli con l'editrice Luciana Tufani per parlare de “I racconti di Sfinge” (di Eugenia Codronchi) e con Paolo Casadio e il suo “Il bambino del treno”. Dialogherà con l'autore il giornalista e scrittore Corrado Peli.

Il ciclo di incontri, che si avvale del patrocinio del Comune di Castel San Pietro, ha inteso percorrere un breve viaggio nei primi decenni della storia del secolo scorso, scegliendo con cura testi in grado di delineare un quadro variegato di quegli anni.

Pubblicato nel centenario della rotta di Caporetto, "Prima dell'alba" (Neri Pozza editore) è un romanzo dai toni noir frutto di accurate ricerche storiche dell'autore, che già si è cimentato in altri libri dedicati alla Prima Guerra Mondiale. Studi svolti non solo sui fatti militari accaduti ma anche sul linguaggio di chi visse quei giorni, sulla vita quotidiana di chi era in trincea. Due tempi alternati si intersecano, ossia l'indagine dell'ispettore fiorentino Ottaviano Malossi, che si sviluppa a ritroso da quel giorno del 1931 in cui verrà ritrovato a bordi di una linea ferroviaria il corpo senza vita di Andrea Graziani. Personaggio realmente esistito, divenuto il potente Luogotenente Generale della Milizia Volontaria per la Sicurezza Nazionale, ma anche uno dei generali più spietati nei confronti della truppa durante il conflitto mondiale, distintosi per aver applicato in maniera esemplare le direttive di Cadorna dopo la disfatta di Caporetto. Il libro è dedicato idealmente ad Alessandro Ruffini, artigliere di 24 anni, fucilato per non aver gettato il suo sigaro nella posizione di attenti.

Il secondo momento narrato è quello della trincea, da cui emerge la figura de "il Vecio", veterano sopravvissuto alla durissima vita al fronte, alla fame e alle malattie, ai comandanti incapaci e alle fucilazioni sommarie, capace di resistere con il suo silenzio ad un mondo privo di senso.

L'autore
Paolo Malaguti è nato a Monselice (Padova) nel 1978. Attualmente vive ad Asolo e lavora come docente di Lettere a Bassano del Grappa. Con Neri Pozza ha pubblicato La reliquia di Costantinopoli (2015), finalista al Premio Strega 2016. Tra le sue opere Nuovo sillabario veneto (BEAT, 2016) e Sul Grappa dopo la vittoria (Santi Quaranta)

Corrado Peli, è scrittore e giornalista. Nato a Castel San Pietro nel 1974, a maggio uscirà il suo prossimo romanzo dal titolo "I bambini delle case lunghe" per Fanucci editore - Timecrime.


L'appuntamento è ad ingresso gratuito e si svolgerà all'interno dei locali di Libreria Atlantide, via Mazzini 93, Castel San Pietro Terme.
Per ulteriori informazioni contattare Libreria Atlantide: tel. 051.6951180; email: info@atlantidelibri.it.

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl