Torri elettriche disegnate con murales per abbellire le zone di collocazione

Pubblicata il 7 maggio 2018

Vai alla sezione Cultura & Spettacoli »

Torri
Imola. Le torri per la distribuzione dell'energia eletttrica non sono solo fondamentali nella vita di tutti i giorni, ma possono divenire pure un elemento per l'espressione artistica dipingendole con murales e abbellire la città in alcuni punti. Hera con l'amministratore delegato di Inrete Alessandro Baroncini,  l'associazione "Noi Giovani" col presidente Vincenzo Rossi e alla presentazione pure un socio importante quale Marco Panieri che si candida come capolista nel Pd alle elezioni amministrative del 10 giugno, hanno avuto l'idea e il proprietario Con.Ami attraverso il suo presidente Stefano Manara si è detto "entusiasta di approfondire questo tipo di arte". Il progetto, il cui direttore artistico è Cesare Bettini, si chiama Tag (Torre, arte e graffiti) e il nome si associa pure all'hashtag per facilitare le ricerche in rete.

La prima cabina coinvolta è quella di via Antonio Graziadei 900 (lato del parcheggio nei pressi della rotonda Marinai d'Italia, di fronte alla pista ciclabile Diego Ronchini), dove l'artista piemontese Fabio Petani è al lavoro già dal 5 maggio per terminare il 7 maggio. Il tema scelto è quello della natura e l'intento è di far percepire la torretta come elemento in sintonia con il contesto naturale in cui è integrata, con colori tenui e armoniosi. Fabio Petani ha di recente realizzato un murales nel quartiere Ponticelli di Napoli, dedicando la sua opera a Aldo Merola, ex direttore dell'Orto Botanico della città.
La seconda cabina elettrica che diventerà opera d'arte (i lavori si svolgeranno dal 7 al 13 maggio) è quella situata in via Antonio Graziadei a lato del ponte di viale Dante, in prossimità dell'autodromo "Enzo e Dino Ferrari", e sarà dipinta dall'artista Macs. Vista la prossimità della struttura all'autodromo, la scelta del tema cade sull'immaginario legato al mondo delle corse e delle competizioni motoristiche. Lo stile sarà figurativo (realistico/descrittivo), tipico di Macs, l'artista marchigiano di fama mondiale, che da sempre dimostra una grande capacità di rappresentare alcuni delicati aspetti dell'animo umano.
Successivamente, per terminare entro l'anno, saranno coinvolte le cabine posizionate in viale Aurelio Saffi (nei pressi del parcheggio della Bocciofila), in via Vico Garbesi (al termine della ciclabile che collega il centro giovanile Ca' Vaina al quartiere Pedagna), in via Antonio Graziadei (nei pressi dell'area che ospita il polo scolastico Paolini-Valsalva, fronte piscina comunale), in via Villa Clelia (in prossimità degli scavi archeologici), in via Santa Lucia (in prossimità di via degli Orti), in via Solieri.

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl

Cookie Policy
Informativa Privacy