Bigorda d'oro: anche in questa gara un Rione Giallo pigliatutto

Pubblicata il 10 giugno 2018

Vai alla sezione Eventi »

Bigorda d
Faenza. La 22ª edizione della Bigorda d'oro si tinge di giallo: nel senso letterale, visto che a vincere il Palio dei giovani è stato proprio il Rione Giallo. Il suo cavaliere Manuel Timoncini in sella a Silver Wash ha infatti dominato nelle 5 tornate conquistando 7 scudi in totale; secondi e terzi il Rione Nero e il Rione Verde, che hanno conquistato 4 scudi, contro I 3 del Borgo Durbecco e I 2 del Rione Rosso che si è piazzato ultimo in classifica.

Iniziata verso le 21 di un caldo sabato 9 giugno e in uno stadio gremito di gente, il torneo della Bigorda d'oro è stato anticipato dalla consueta sfilata dei cortei storici dei 5 Rioni che, partendo dalle rispettive sedi, hanno raggiunto la piazza del Popolo verso le 7 di sera: ad aprire la sfilata il Rione Rosso, vincitore della 21ª Bigorda d'oro (con 8 scudi totali), con il cavaliere Matteo Gianelli in sella a Shock Wave, seguito dai cortei del Giallo, del Nero, del Verde e del Borgo Durbecco con I rispettivi cavalieri, musici, alfieri bandieranti , dame a piedi e piccoli figuranti che, in tipico costume quattrocentesco, riprendevano I bambini dell'epoca manfreda. Dopo il ritrovo in piazza e il giuramento di Daniele Maretti, “nuovo” cavaliere del Rione Nero, i cortei si sono mossi lungo corso Mazzini in direzione stadio.

Dopo l'arrivo e la sfilata nel campo di gara, la giostra di velocità e precisione, che prevede un percorso di 140 m dove, con una lancia di 4 kg per 2,75 si prova a colpire il Niballo, il bersaglio per primi, ha avuto inizio con Tommaso Suadoni, giovanissimo cavaliere del Borgo Durbecco (17 anni) che, in sella a Lulù di Zambra ha dato il via alla 1ª tornata: qui il Borgo ha conqustato uno scudo, così come il verde, il nero e il rosso, mentre il giallo 0.
La seconda tornata è stata aperta da Nicolas Billi, cavaliere del Rione Verde in sella a Dudù che, sfidandosi coi cavalieri degli altri rioni si è aggiudicato 4 scudi, mentre il Borgo Durbecco 1, il Nero 1 e così anche il Giallo e il Rosso. Fino alla 3ª tornata è il Rione Verde a tener testa agli altri Rioni, senza aspettarsi però la rimonta del Giallo che nelle ultime due tornate raggiunge il numero di 7 scudi complessivi, salendo così primo sul podio, seguito dal Rione Nero, dal Verde (terzo), dal Borgo Durbecco (quarto) e da un Rione Rosso che si è posizionato quinto in classifica.

(Annalaura Matatia)

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl

Cookie Policy
Informativa Privacy