La Cappello parla di "risultato eccellente", M5s "orgoglioso del lavoro fatto"

Pubblicata il 11 giugno 2018

Vai alla sezione Politica »

La Cappello parla di "risultato eccellente", M5s "orgoglioso del lavoro fatto"
Imola. Rompe un lungo silenzio dopo il mezzogiorno di lunedì 11 giugno la candidata sindaco del centrosinistra a trazione Pd Carmela Cappello (nella foto) che va al ballottaggio con un 42% contro il 29,29% della sfidante Manuela Sangiorgi del Movimento 5 stelle.

Visto che è la prima volta in 72 anni che la candidata del centrosinistra non passa al primo turno, i suoi toni sembrano un po' troppo ottimistici. “Un risultato eccellente, che esalta l'unità del centrosinistra - commenta la Cappello -. Occorre ricordare che lo scenario politico dal 4 marzo scorso ad oggi è radicalmente mutato in un tripolarismo e per questo il risultato del centrosinistra imolese ha ancora più significato perché dimostriamo di essere il primo tra i tre schieramenti in campo. Siamo forti della competenza e della concretezza del nostro progetto, in una prospettiva di buon governo della città. Imola merita nuovi traguardi e per questo vogliamo farla diventare capoluogo della qualità della vita in Emilia Romagna. Il 24 giugno si sceglierà la persona a cui affidare la guida la città verso il futuro, con intelligenza e passione. Una prima vittoria è che avremo un ballottaggio rosa, e questo mi riempie di gioia perché Imola avrà la prima sindaca della sua storia”. Nel frattempo la coalizione di centrosinistra ha già messo in calendario il primo appuntamento con i propri elettori, in programma il 22 giugno, alle 19 in piazzetta Mozart nel quartiere Pedagna con l'intervento dell'avvocato Cappello e la presenza di tutti i rappresentanti della coalizione.

Entusiasmo pure dai pentastellati che hanno ottenuto un risultato storico e hanno battuto nettamente il centrodestra “civico” ritenuto, fino alla notte del 10 giugno, da molti più competitivo di quanto sia risultato. “Dopo 73 anni abbiamo portato Imola al ballottaggio – esulta la capogruppo del M5s in Regione Silvia Piccinini -. Un risultato straordinario, del quale tutti dovremmo essere orgogliosi, frutto di un lavoro di squadra che ha portato attivisti e portavoce ad un traguardo davvero inimmaginabile fino a qualche anno fa. Il bello però deve ancora venire, perché domenica 24 giugno il Pd si può e si deve battere per far diventare Manuela Sangiorgi la prima sindaca a 5 stelle di Imola. Tra due settimane dovremo fare in modo di scrivere l'ultimo capitolo di questa straordinaria storia. Il tempo passato sul territorio, ad ascoltare la gente, a portare avanti battaglie sacrosante come quella contro l'ampliamento della discarica Tre Monti ci ha ripagato perché crediamo che sia l'unica strada per costruire un'alternativa credibile a chi ha amministrato la città per più di 70 anni. Ecco perché il 24 giugno sarà un giorno molto importante per Imola, perché si dovrà scegliere tra chi il potere vuole continuare a conservarlo per se stesso e chi, invece, vuole utilizzarlo per migliorare la qualità della vita dei cittadini, come vuole fare la nostra Manuela Sangiorgi”. Intanto, si spera in un ritorno del vicepremier Luigi Di Maio in città prima del 24 giugno.

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl

Cookie Policy
Informativa Privacy