Riduzione posti-letto all'ospedale in estate, per i sindacati pochi infermieri di notte

Pubblicata il 12 giugno 2018

Vai alla sezione Salute »

Riduzione posti-letto all
Imola. Nei mesi estivi sono previste alcune riduzioni delle attività ospedaliere, in concomitanza al fisiologico calo dei cittadini che accedono ai servizi e alla necessità di garantire agli operatori sanitari le ferie, così almeno spiega l'Ausl secondo la quale le riduzioni sarebbero molto limitate. Invariati i posti in Medicina A, Area Post Acuti, Day Service internistico, Day Hospital Oncologico, Ortopedia, Ostetricia Ginecologia, Medicina di Urgenza, Cardiologia, Area critica, Servizio Diagnosi e Cura e Residenza Trattamenti Intensivi.

Dall'11 giugno al 30 settembre vengono ridotti 14 posti letto della piattaforma medica del terzo piano; la Pediatria passa da 15 a 11 posti letto dal 18 giugno al 30 settembre, con chiusura in Agosto del Day Hospital pediatrico; il Polo di Gastroenterologia ed endoscopia digestiva riduce solo in parte l'attività, mantenendo attiva una sala endoscopica per 12 ore al giorno dal lunedì al venerdì.

Nel Dipartimento Chirurgico le riduzioni riguardano l'Otorinolaringoiatria e l'Oculistica, che chiudono dal 28 luglio al 2 settembre, ma le cui urgenze sono accolte presso Ortopedia e Ginecologia i cui posti restano invariati; Urologia riduce 4 posti, Chirurgia generale 6 posti e Breast unit (chirurgia senologica) 2 posti. In parallelo, nel prossimo mese di luglio e nella prima decade di agosto verranno effettuati lavori di ammodernamento delle sale operatorie.

Tale riorganizzazione viene però criticata dai sindacati della Funzione pubblica di Cgil, Cisl e Uil. "Come tutti gli anni alle porte del periodo estivo, l'Ausl si appresta a ridurre la dotazione dei posti letto per permettere la gestione delle ferie al personale dell'Azienda sanitaria - scrivono i tre segretari rispettivamente Marco Blanzieri per la Cgil, Stefano Franceschelli per la Cisl e Giuseppe Rago per la Uil -. Tra queste chiusure vi è quella dei posti letto della Geriatria, un'Unità Operativa che a regime, durante l'anno, lavora con 28 posti letto e che durante l'estate lavorerà con 14 posti letto. A fianco di essa, sullo stesso corridoio, vi è la Medicina con i suoi 32 posti letto a regime, che contengono 8 posti letto di oncologia e 4 posti letto di gastroenterologia. Il problema vero è legato alle presenze nel turno notturno, che vengono ridotte a soli 3 infermieri, per gestire 28 posti letto di Medicina (i 4 posti letto di gastroenterologia vengono trasferiti nel dipartimento chirurgico temporaneamente) ed i 14 posti letto di Geriatria. Solo tre infermieri nel turno di notte che devono assolvere a tutti i bisogni sanitari e di base di questi 42 utenti ricoverati nell'ospedale Santa Maria delle scalette. È evidente che questo numero rappresenta un problema perchè alla partenza delle attività del turno notturno un infermiere da solo deve mobilizzare i pazienti per prestare le cure necessarie, questione non semplice viste le condizioni di sostanziale non autosufficienza degli utenti della geriatria".

"Abbiamo fatto un'assemblea sindacale nella quale gli operatori ci hanno espresso la necessità di inserire nel turno di notte un infermiere in più e Operatori Socio Sanitari per poter gestire le due unità operative di Medicina e di Geriatria - concludono i tre segretari delle Funzioni pubbliche di Cgil, Cisl e Uil -con due coppie di operatori in maniera tale che si possano dare le risposte necessarie agli
anziani e agli utenti che vengono ricoverati. Abbiamo già inviato una richiesta in tal senso alla quale l'azienda ha dato una risposta che non ci convince. Per questo abbiamo deciso di porre il problema all'attenzione pubblica e contestualmente di chiedere un incontro urgente al fine di avere ulteriori
approfondimenti per capire le necessità di attività assistenziale legate alle complessità dei pazienti, auspicando una volontà chiara da parte della direzione Ausl di risolvere il problema legato al numero di professionisti al lavoro in rapporto alla complessità dei pazienti presenti in questi reparti".

Contro la riduzione dei posti-letto interviene pure Lorenza D'Amato candidata a consigliere comunale del Movimento 5 stelle: "Quest'estate avremo 14 posti letto in meno presso la piattaforma medica del terzo piano, 4 posti letti in meno in Pediatria con il day ospital pediatrico chiuso competamente in agosto. Riduzioni di attività sono previste anche per Gastroenterologia e Endoscopia digestiva. Otorinoloaringoiatria e Oculistica chiuderanno completamente per tutto agosto, ma ci fanno gentilmente sapere che le urgenze saranno accolte presso Ortopedia e Ginecologia. Urologia avrà 4 posti in meno, chirurgia 6 posti in meno e chirurgia senologica altri 2. Lo standard nazionale prevede 3,7 posti letto per 1000 residenti. La media regionale è a 4,08. A Imola invece dai 3,4 del 2008, anno di insediamento dell'allora sindaco e ora senatore Pd Daniele Manca, proprio quello che nel 2013 vinse le elezioni promettendo che 'l'autonomia è per imola garanzia di qualità e diffusione dei servizi e delle cure'. Ormai sono diventati appena 2,58 per mille abitanti, e questo secondo i dati ufficiali dell'ultimo bilancio di missione disponibile della nostra Ausl relativo al 2015. Questo significa che il dato già preoccupante dei posti letto del nostro ospedale, sotto la media regionale di quasi il 40%, d'estate cala ancora. Per tale motivo chiederemo con tutta la fermezza possibile nelle sedi opportune che i servizi e i posti letto nel nostro ospedale siano adeguati alle esigenze di salute dei pazienti e delle loro famiglie, anche per contrastare il significativo fenomeno dei re-ricoveri, cioè persone di nuovo ricoverate per la stessa patologia dopo essere state dimesse solo per liberare posti letto".

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl

Cookie Policy
Informativa Privacy