Il Popolo della famiglia sul ballottaggio: "Incontri positivi con M5s e centrosinistra"

Pubblicata il 21 giugno 2018

Vai alla sezione Politica »

Riceviamo e pubblichiamo

Il Popolo della Famiglia nelle ultime ore di campagna elettorale, non senza qualche difficoltà, ha avuto modo di incontrare sia una delegazione del Movimento 5 Stelle che quella del centro sinistra a riprova della sua vocazione "moderata" e di confronto con tutti.

"L'atteggiamento del Popolo della Famiglia " - spiega De Carli - è stato improntato al dialogo con le componenti cattoliche presenti da entrambe le parti, dialogo che ha fatto scaturire una serie di proposte concrete in favore delle famiglie imolesi e questo, quale che sia l'esito dei ballottaggi, non può che essere una buona notizia per la città".

Menzione speciale a Roberto Visani per il centrosinistra e a Patrick Cavina per il M5s che sono stati particolarmente attivi nel tessere un confronto costruttivo con noi. "Siamo soddisfatti dalle aperture fatte da entrambe le candidate a sindaco - afferma Venturi - pur non avendo ricevuto piena adesione alle nostre proposte . Da qui la scelta di non esprimere un endorsement per nessuna delle due candidate. Ma per l'incoraggiante apertura dimostrata non possiamo che invitare i nostri elettori a votare secondo coscienza ed alla luce delle proposte avanzate che di seguito illustriamo.

Per il Movimento 5 Stelle: delega speciale per la famiglia in un assessorato di prossima individuazione in capo allo stesso Cavina o a Simone Righini (entrambi espressione cattolica del M5S) . Si pone l'attenzione ad un “sostegno alla natalità”. Reddito di maternità comunale. Declinato sulla base dei fondi che si potranno effettivamente stanziare. (La proposta del Popolo della famiglia era di 400 euro al mese per il primo anno di vita/ adozione del figlio). Adesione comunale alla legge regionale sul “Fattore famiglia” (rimodulazione Isee in base al numero di figli a carico). “Quoziente familiare comunale” in favore delle famiglie numerose. Abbattimento delle tasse comunali in proporzione al numero dei figli.  Scuole paritarie. Ci si richiama al programma riconoscendo che il sistema integrato Statale e Paritario funziona ed è da mantenere nel rispetto dei regolamenti comunali.



Per il Centro Sinistra: Individuazione in giunta di un delegato alle politiche familiari. Scuole paritarie: prosecuzione delle politiche comunali in favore del sistema integrato. Adesione Comunale alla legge regionale sul “Fattore famiglia” (rimodulazione Isee in base al numero di figli a carico). Sempre legato al “fattore famiglia” politiche di sgravi fiscali per lo Sport dei figli. Restituzione addizionale Irpef legata al “fattore famiglia”. “Progetto Natalità”: Focus su politiche in favore della natalità e di sostegno alle famiglie.

"Il dato positivo è che i cattolici sparsi nei vari schieramenti - dichiara De Carli - grazie alla nostra "provocazione",siano usciti allo scoperto ed abbiano appoggiato proposte concrete in favore della famiglia. Il Popolo della Famiglia infatti vuole porsi come obbiettivo di contaminare la politica con le proprie idee senza preconcetti ed in un atteggiamento dialogante con chiunque condivida fattivamente i nostri valori. Per quanto riguarda Imola - conclude Venturi - vigileremo affinché tali proposte si traducano poi in azioni"

(Il Popolo della famiglia)

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl

Cookie Policy
Informativa Privacy