Sono 34 i bambini di Chernobyl accolti: il saluto della sindaca Sangiorgi

Pubblicata il 4 luglio 2018

Vai alla sezione Solidarietà »

Bambini di
Imola. Anche quest'anno sono arrivati i bambini bielorussi ospiti della famiglie che aderiscono all'Associazione “Insieme per un futuro migliore”, attiva da 22 anni. I bambini, che si tratterranno per periodo variabile da 5 a 11 settimane, hanno un'età che varia da 7 ai 16 anni e sono 34, ospitati da famiglie residenti a Imola, Fontanelice, Dozza, Castel San Pietro Terme, Faenza, Bologna, di cui alcuni, per i quali non é stato possibile trovare una famiglia a tempo pieno, soggiornano in appartamento a Imola con gli accompagnatori e si recano presso la propria famiglia nel fine settimana, 4 sono alla prima esperienza. I bambini e le famiglie che li ospitano sono stati ricevuti il 4 luglio nella sala del consiglio comunale dalla sindaca Manuela Sangiorgi e dal vicesindaco Patrik Cavina.

I numeri dei bambini che sono ospitati sono sempre in calo costante perché: “purtroppo il fatto che siano passati già 32 anni dal disastro nucleare di Chernobyl fa pensare alle persone che il pericolo per la salute di quelle popolazioni sia cessato, invece perdurerà ancora centinaia di anni, e nel caso del plutonio migliaia di anni” spiega Arena Ricchi, presidente dell'Associazione 'Insieme per un futuro migliore'. I piccoli ospiti trascorreranno piacevolmente il tempo tra il corso di italiano, i corsi di teatro e musica, la piscina, il pattinaggio, il maneggio, la scherma, le escursioni e gite, oltre che nella tranquilla atmosfera delle famiglie. “Un vivo ringraziamento va oltre che alle famiglie, ai volontari e agli esperti che lavorano da anni a questo progetto, compresa l'Amministrazione comunale che fin dai primi anni ha sostenuto moralmente il progetto, e i cui rappresentanti in un passato non più recente, si sono recati in Bielorussia per verificare sul campo l'attività svolta dall'Associazione” sottolinea Arena Ricchi, che aggiunge: “quando le nostre forze ce lo hanno permesso abbiamo portato in Bielorussia personalità di spicco della cultura italiana e abbiamo portato a Imola, artisti e musicisti bielorussi. A noi piacerebbe stringere ulteriori rapporti con le comunità della Bielorussia, far conoscere la cultura bielorussa a Imola e la cultura italiana in Bielorussia, questo è anche un augurio e una speranza che ci speriamo che la nuova Sindaca faccia sua”. Recentemente l'Ufficio del Presidente della Repubblica Bielorussa ha conferito ad Arena Ricchi la più alta onorificenza concedibile ad un cittadino straniero per l'opera “di aiuto, umanità... portata alle popolazioni colpite da disastro nucleare”.

Da parte sua la sindaca Sangiorgi dichiara: “Ringrazio l'associazione 'Insieme per un futuro migliore' per la preziosa opera pluriennale a favore dei bambini bielorussi. Una valenza inestimabile che bagna le proprie radici nel grande spirito di accoglienza della città di Imola. Impossibile dimenticare il disastro nucleare di Chernobyl e le ripercussioni sulla salute della popolazione bielorussa, per questo sosteniamo e valorizziamo con forza ed entusiasmo questo progetto che garantisce ai bambini la permanenza al di fuori della zona contaminata in grado di allungare la loro aspettativa di vita. Riconosciamo il grande impegno delle famiglie ospitanti e riceviamo in dono quel sorriso che rappresenta un genuino esempio per tutti noi”.

Infine, la sindaca conclude: “La volontà dell'amministrazione comunale è quella di intensificare questa importante relazione con la creazione di un solido ponte culturale tra Imola e le comunità bielorusse; in tal senso esprimiamo grandissima soddisfazione per la riconosciuta competenza di Arena Ricchi, recentemente premiata dall'Ufficio del Presidente della Repubblica Bielorussa con la più alta onorificenza concedibile ad un cittadino straniero per l'opera di aiuto ed umanità portata alle popolazioni colpite da disastro nucleare”.

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl

Cookie Policy
Informativa Privacy