ECONOMIA DOMESTICA: "Legge 3/2012, quali sono i soggetti non fallibili"

Pubblicata il 31 luglio 2018

Vai alla sezione Economia domestica »

ECONOMIA DOMESTICA: "Legge 3/2012, quali sono i soggetti non fallibili"
Con questo terzo pezzo dedicato alla legge 3/2012, la cosiddetta "salava suicidi", cerchiamo di capire chi ne può usufruire, in particolare chi sono "i sogetti non fallibili".


Continuiamo a parlare di questa famosa Legge 3/2012, la legge sul “sovra indebitamento”, ancora talmente sconosciuta da creare grossi fraintendimenti, che in caso di persone normali possono essere accettati, ma in caso di professionisti lasciano delusioni ed amarezze… ma tant'è.

Negli articoli precedenti ho parlato dei motivi che hanno portato il Governo a varare questo provvedimento che nella sua “ratio” voleva estendere le procedure concorsuali ai soggetti non fallibili.
Infatti “il soggetto non fallibile” era di fatto segregato in una sorta di ergastolo finanziario perché non potendo aderire a nessuna delle procedure derivanti dalla Legge Fallimentare, doveva sopportare il peso dei propri debiti “vitam aeternam”.

Ma chi è il soggetto “NON FALLIBILE”?
L'art.1 della legge fallimentare ha previsto espressamente che non sono soggetti alla dichiarazione di fallimento i piccoli imprenditori, da qui la definizione SOGGETTI NON FALLIBILI, ed indica i criteri in base ai quali un soggetto può qualificarsi come tale, ossia:
– investimenti effettuati per un capitale non superiore ad euro 300.000;
– ricavi lordi, calcolati sulla base degli ultimi tre anni, per un ammontare complessivo annuo non superiore a euro 200.000.

La definizione vale non solo per gli imprenditori individuali ma anche per le società.
Sono, dunque, destinatari della normativa che disciplina i “procedimenti di composizione della crisi da sovraindebitamento e liquidazione del patrimonio”:
a) Gli imprenditori commerciali le cui dimensioni escludono la loro assoggettabilità al fallimento;
b) I fidejussori che abbiano garantito debiti di un imprenditore fallito, in quanto non fallibili per legge;
c) Gli imprenditori agricoli;
d) I soggetti che svolgono attività di libera professione;
e) Il consumatore.

Quindi abbiamo individuato il primo dei tre criteri oggettivi per poter aderire ai vantaggi rappresentati dalla legge sul sovra indebitamento.
Questa norma vuole favorire il “refresh” ovvero la ripartenza delle persone sovraccariche dai debiti di qualsiasi natura siano.

Gli altri requisiti richiesti, oltre al fatto di essere soggetto “non fallibili” sono che non sia stato fatto un indebitamento colposo e di non aver subito condanne in frode ai creditori.
Per meglio specificare cosa vogliono significare queste due prerogative mi limiterò ad evidenziare che l'indebitamento colposo consiste nell'assumere una obbligazione con il chiaro intento di non assolverla ovvero farsi fare un prestito e non pagare neppure la prima rata.

Mentre per quanto riguarda le condanne in frode basta fare una verifica al Casellario giudiziale.
Questa procedura non rivestendo le caratteristiche della causa di merito esce dalla discrezionalità dei giudici i quali devono verificare i tre criteri appena visti ed accogliere la domanda corredata dalla verifica di un esperto contabile.

Con questa norma si ha la possibilità di ripartire ed i soggetti sovra indebitati non hanno altre soluzioni; l'unica strada per riprendere in mano la propria vita è affidarsi a seri professionisti per intraprendere tale percorso.

Se avete debiti con banche, mutui finanziamenti o scoperti di c/c, prestiti con le varie finanziarie, carte di credito revolving, cessioni del quinto e deleghe sugli stipendi, pignoramenti in corso e cartelle esattoriali con Agenzia delle Entrate, rivolgetevi serenamente a MisterSdebito.
Siamo un team di professionisti, consulenti aziendali e famigliari, commercialisti ed avvocati, che fornisce consulenza ed assistenza in questo percorso che determinerà la vs futura serenità.
La prima consulenza è gratuita ed operiamo in tutta Italia.

Leggi il primo pezzo >>>>

Leggi il secondo pezzo >>>>


(Fabio Damassa)

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl

Cookie Policy
Informativa Privacy