Ortignola, qualcosa non funziona, la giunta 5 Stelle vuole controllare

Pubblicata il 11 settembre 2018

Vai alla sezione Politica »

Ortignola, qualcosa non funziona, la giunta 5 Stelle vuole controllare
Imola. La storia dell'impianto sportivo dell'Ortignola, principalmente una piscina ma che nel progetto esecutivo ha e aveva anche altre funzioni sportive come un campo da calcetto che finora non ha mai visto la luce e una palestra che invece funziona, è sempre stata piuttosto impervia. Tutto nacque da un project-financing, il che vuol dire che l'impianto era finanziato in parte dal Comune e in parte da privati, il che è sempre stato criticato dal Movimento 5 stelle perché a suo tempo fu in gran parte finanziata dal settore pubblico mentre normalmente ciò non avviene.

Comunque la società che ha promosso il project-financing Ortignola srl (formata a sua volta da una serie di società) ha affittato il ramo d'azienda alla Deai srl, che nasce per volontà della Uisp. Ora però alcuni nodi vengono al pettine.

Nella mattinata dell'11 settembre gli assessori del Comune di Imola Claudio Frati e Patrik Cavina hanno effettuato un sopralluogo all'impianto sportivo Ortignola dedicato al grande "Enrico Gualandi", alla presenza della responsabile della gestione Paola Lanzon (ex presidente del consiglio comunale uscita tempo fa assai criticamente dal Pd, ndr) e di un consulente tecnico.

Un sopralluogo finalizzato alla verifica dei lavori di allestimento del cantiere della Cims, impresa affidataria della costruzione dell'impianto, incaricata dall'Ortignola srl all'opera di rifacimento della pavimentazione della vasca baby, inagibile per due settimane a causa di un danneggiamento nel fondale della stessa. Le altre due vasche rimarranno in funzione, in quanto il cantiere non creerà problemi al normale funzionamento delle restanti parti dell'impianto.

La nuova amministrazione a 5 Stelle, in qualità di proprietaria dell'impianto, a tutela del patrimonio comunale, nel massimo rispetto dell'utenza e nell'ottica generale dello svolgimento dei lavori secondo i principi di qualità ed efficienza ha intenzione di richiedere un Accertamento tecnico preventivo (Atp) a un soggetto terzo e quindi indipendente per individuare le cause delle varie problematiche segnalate dal gestore nei giorni immediatamente successivi all'apertura della struttura e mai prese in carico in modo deciso dalla precedente amministrazione guidata dall'ex sindaco Daniele Manca.

“Visto che la proprietà dell'Ortignola è del Comune – spiega Frati – da bravi padroni di casa vogliamo controllare che il patrimonio pubblico sia stato realizzato interamente e adeguatamente mantenuto in modo che non si svaluti”.

(Massimo Mongardi)

Condividi questa notizia

facebook twitter linkedin google email
Tutte le sezioni
Notizie per località
Credits
Editore Xaiel srl
Via Rio Palazzi, 37
40026 Imola (BO)
direttore@leggilanotizia.it

P.IVA 02226881205
© Copyright 2011 Xaiel srl.
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.

Testata registrata presso il Tribunale di Bologna n.8167 del 16 marzo 2011. Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione n. 15545

Questo sito è interamente gestito con il CMS i-Plug
Realizzazione sito:
Punto Triplo Srl

Cookie Policy
Informativa Privacy